tendicatena distribuzione

  • 27 Risposte
  • 5508 Visite
tendicatena distribuzione
« il: Dicembre 27, 2011, 11:56:08 am »
Ciao a tutti, domanda per esperti:

esistono due tipi diversi di tendicatena per le id - ds?
la mia id 19 del 2/67 ha il tendicatena vecchio, leggermente diverso dal nuovo tendicatena che mi è pervenuto.
A fondo corsa, lo stelo del vecchio è leggermente + corto (4-5 millimetri) dello stelo nuovo.
Poi la sede del  perno  di posizione ha un diametro leggermente  + piccolo, rispetto al  perno di posizione nuovo.
Risultato, grosse difficoltà ad inserire il nuovo e per via dello stelo + lungo, grossissime difficoltà nel posizionarlo; con il risultato che la catena risulterebbe eccessivamente tesa (ammesso che si riesca a piazzare il tendicatena nuovo).  [???]
« Ultima modifica: Dicembre 27, 2011, 12:21:45 pm da angeloid19 »
La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perchè. Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perchè!

*

Offline Admin

  • Forum Admin
  • ******
  • 6.597
  • ID19 break "ambi" 1964
    • Citrò Services
Re: tendicatena distribuzione
« Risposta #1 il: Dicembre 27, 2011, 12:46:32 pm »
Per quanto ne sappia io, ci sono tipi diversi ma sono tutti compatibili.
Leggendo i manuali, dal 1966 al 1970 il tendicatena ha un unico codice, DD 122-3 , è della "Brampton" e quello che fornisce Citrò Services ne è una fedele riproduzione, misurata al calibro e provata su diversi monoblocchi.
Nel 1970, il codice viene aggiornato a 1D 5 414 435E ma è sempre lui.
Da maggio 1970, il tendicatena di primo equipaggiamento è un "Sedis", ha una foggia ed un meccanismo di sblocco differente ma le quote sono sempre le stesse.

Ovviamente la mia conoscenza può avere delle lacune  [(nonso)] però di solito i tomi dei ricambi dissipavano il tutto... non so perchè tu abbia queste difficoltà...

Re: tendicatena distribuzione
« Risposta #2 il: Dicembre 27, 2011, 01:01:00 pm »
Per quanto ne sappia io, ci sono tipi diversi ma sono tutti compatibili.
Leggendo i manuali, dal 1966 al 1970 il tendicatena ha un unico codice, DD 122-3 , è della "Brampton" e quello che fornisce Citrò Services ne è una fedele riproduzione, misurata al calibro e provata su diversi monoblocchi.
Nel 1970, il codice viene aggiornato a 1D 5 414 435E ma è sempre lui.
Da maggio 1970, il tendicatena di primo equipaggiamento è un "Sedis", ha una foggia ed un meccanismo di sblocco differente ma le quote sono sempre le stesse.

Ovviamente la mia conoscenza può avere delle lacune  [(nonso)] però di solito i tomi dei ricambi dissipavano il tutto... non so perchè tu abbia queste difficoltà...

Grazie Marco per la tua risposta, ma ti assicuro che la difficoltà è reale, con il mio amico meccanico, non siamo riusciti a piazzarlo, questo perchè al fondo corsa di entrambi, a parte il pattino in gomma, il nuovo pezzo che ho preso è più lungo e con la catena nuova non si monta.
Comunque lo risolvo montando il vecchio (ancora in ottime condizioni), di fatto la catena di ditribuzione l'ho rifatta solo perchè dovevo sostituire la frizione.
 [:hello]

La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perchè. Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perchè!

*

Offline Martini

  • **********
  • 13.321
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re: tendicatena distribuzione
« Risposta #3 il: Dicembre 27, 2011, 01:02:50 pm »
In effetti, il catalogo della ID19B riporta un codice leggermente diverso: 2N-122-3, lo stesso delle 21 a motore DX e delle DS19 a motore DY.
Ma a parte il diverso codice, non ci sono indicazioni di incompatibilità.  [(nonso)]

Re: tendicatena distribuzione
« Risposta #4 il: Dicembre 27, 2011, 01:15:25 pm »
In effetti, il catalogo della ID19B riporta un codice leggermente diverso: 2N-122-3, lo stesso delle 21 a motore DX e delle DS19 a motore DY.
Ma a parte il diverso codice, non ci sono indicazioni di incompatibilità.  [(nonso)]

 Su questi differenti codici, l'unica cosa che posso aggiungere nelle differenze  tra il vecchio e il nuovo (oltre alla lunghezza), è la presenza nel vecchio della  vite di registro.
 [:hello]
La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perchè. Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perchè!

*

Offline haiede

  • ******
  • 6.154
Re: tendicatena distribuzione
« Risposta #5 il: Dicembre 27, 2011, 01:33:13 pm »
Io lo ho montato su motore DX (21) calzandolo in contemporanea con la catena e il pignone albero motore: messo dopo una vite faceva resistenza ad imboccare la sua filettatura allora, a pattino smontato, è andato correttamente in sede..................può non volere dire nulla, ma se servisse........

« Ultima modifica: Dicembre 27, 2011, 01:46:53 pm da haiede »
Dodo

*

Offline Dessex

  • *****
  • 2.396
Re: tendicatena distribuzione
« Risposta #6 il: Dicembre 27, 2011, 02:47:10 pm »
confermo che ho montato settimana scorsa un kit distribuzione nuovo ed il tenditore è andato su veramente forzato (la catena era a dir poco tesa), penso che qualche giro del motore e si assesti tutto, comunque il pattino non ha creato problemi d'ingombro invece

Re: tendicatena distribuzione
« Risposta #7 il: Dicembre 27, 2011, 06:46:04 pm »
confermo che ho montato settimana scorsa un kit distribuzione nuovo ed il tenditore è andato su veramente forzato (la catena era a dir poco tesa), penso che qualche giro del motore e si assesti tutto, comunque il pattino non ha creato problemi d'ingombro invece

mannaggia, mi dispiace fare un lavoro diverso da dessex e haiede (secondo me, due luminari della ds) ma non   credo  opportuno forzare e tendere in maniera veramente innaturale la catena, preferisco montare il vecchio tenditore (che francamente e ancora bello)...  :)
« Ultima modifica: Dicembre 27, 2011, 06:57:28 pm da angeloid19 »
La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perchè. Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perchè!

*

Offline haiede

  • ******
  • 6.154
Re: tendicatena distribuzione
« Risposta #8 il: Dicembre 27, 2011, 08:03:30 pm »
Haiede non fa di lavoro quello che tu pensi e che fa invece Fulvio...........almeno ufficialmente........hihihihihi...........la catena con tenditore e pignone va calzata con tutto "lasco" perchè tutte le quote sono riferite in posizione e non "ad infilarsi" a mio insignificante parere solo cosi ci si salva le mani e non si scassa nulla, oltre al fatto che in poche ore di funzionamento tutto si assesta velocemente e meno male che quasi mai si cambia la corona lato albero motore (anche perchè difficile da avere) altrimenti tutto l'ambradano sarebbe ancora più duro [:ouch]..........se Fulvo ha avuto modo di fare la distribuzione ad un A112 Abarth sa cosa è una catena/pignone che sale solo con il martello (quando la marca "regina" faceva ancora i kit distribuzione "rinforzati")........ [:hello]
« Ultima modifica: Dicembre 27, 2011, 08:07:53 pm da haiede »
Dodo

*

Offline Andy LHM

  • ******
  • 9.721
  • la mia pagina facebook: Citroen DS Marche
Re: tendicatena distribuzione
« Risposta #9 il: Dicembre 30, 2011, 10:59:53 pm »



e dopo tanto parlare, una bella foto!!! grazie haiede  [:kiss]

*

Offline ado

  • **********
  • 13.922
  • DS 21 i.e. pallas "rachel"
Re: tendicatena distribuzione
« Risposta #10 il: Gennaio 01, 2012, 07:39:42 pm »
mannaggia, mi dispiace fare un lavoro diverso da dessex e haiede (secondo me, due luminari della ds) ma non   credo  opportuno forzare e tendere in maniera veramente innaturale la catena, preferisco montare il vecchio tenditore (che francamente e ancora bello)...  :)


nn ci pensare neanche!!!!!!!!!!!!
Non c'è deserto peggiore che una vita senza amici: l'amicizia moltiplica i beni e ripartisce i mali.

*

Offline cristiano

  • ****
  • 1.400
Re: tendicatena distribuzione
« Risposta #11 il: Febbraio 07, 2012, 08:53:21 am »
Avete anche una foto del tenditore Sedis? In effetti, sulla mia CX 1986 é diverso, non so sulla mia DLuxe 1972 perché non mi sono ancora cimentato a togliere il coperchio (con il motore montato...) e provare a farlo scattare di una posizione per tendere meglio la catena, come ho fatto sulla CX.
Sulla CX ho trovato questo tipo: http://forum.riasc.it/public/index.php?topic=10410.0
« Ultima modifica: Febbraio 07, 2012, 08:58:18 am da cristiano »

*

Offline cristiano

  • ****
  • 1.400
Re: tendicatena distribuzione
« Risposta #12 il: Aprile 15, 2014, 08:40:59 am »
Tornando in argomento, qualche forumista esperto si é magari cimentato nel tendere la catena distribuzione senza togliere il motore della DS? Nella CX l'ho fatto con soddisfazione e agevolmente, vista la posizione trasversale del motore (in pratica la catena era un po' molle e l'ho tesa agendo sulla regolazione del Sedis, ovvero ruotando la vite e spingendo il pistoncino che supporta il pattino), mentre sulla DLuxe (considerato che é del '72 dovrebbe montare lo stesso tendicatena Sedis) mi piacerebbe ripetere l'operazione, ovviamente con "qualche" difficoltà in più, ovvero togliendo solo il filtro aria e il coperchio valvole per lavorare un po' più agevolmente e raggiungere da sopra le viti alte del carter, quelle basse le sviterei da sotto e così l'operazione di regolazione avverrebbe da sotto.
« Ultima modifica: Aprile 15, 2014, 09:01:40 am da cristiano »

*

Offline Martini

  • **********
  • 13.321
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re: tendicatena distribuzione
« Risposta #13 il: Aprile 15, 2014, 10:35:29 am »
Anni fa, Vertuani sostituì la catena della distribuzione (e relativo kit) senza togliere il motore, lavorando in qualche modo nel pochissimo spazio disponibile.
Non so se per farlo ha spostato in avanti il motore di qualche centimetro, magari staccandolo dai supporti, ma l'operazione è stata fatta a regola d'arte e -relativamente- in poco tempo.

Ovviamente era gelosissimo del procedimento, quindi non so dirti di più  [(nonso)]

*

Offline cristiano

  • ****
  • 1.400
Re: tendicatena distribuzione
« Risposta #14 il: Aprile 15, 2014, 11:03:03 am »
Si, del Vertuani lo so perché me ne aveva parlato lui direttamente non entrando troppo nei particolari, ovvero mi aveva detto che toglieva solo il coperchio valvole e il filtro aria per avere più accesso da sopra, mentre anche con me non era stato troppo chiaro sul fatto che facesse avanzare il motore in avanti, l'ultima volta che ci ho parlato mi aveva detto di esserci riuscito anche senza variare la posizione del motore.
Volevo sapere se c'era qualche altro abile sul forum che si é cimentato, mentre nel mio caso l'operazione sarebbe un po' semplificata, volendo solo tendere la catena come ho fatto sulla CX (che ora funziona benissimo), facendo avanzare di uno scatto il tendicatena (nel Sedis occorre infilare il cacciavite piatto nel foro, in tal caso vista la posizione ce ne vuole uno piegato, ruotare e spingere il pistocino che supporta il tendicatena e quindi ruotare in senso opposto, nel Brampton non lo so) e controllando nel contempo lo stato del pattino antisbattimento. Facile a dirsi, molto meno a farsi da là sotto. Per inciso, nella CX tendicatena e pattino antisbattimento sono in posizione opposta rispetto al montaggio sulla DS.
« Ultima modifica: Aprile 15, 2014, 11:11:59 am da cristiano »