L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale

  • 39 Risposte
  • 12437 Visite
*

Offline steu369

  • *****
  • 1.894
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #15 il: Febbraio 11, 2013, 05:53:51 pm »
sol fatto che siamo italiani e quindi ''sotto certi aspetti''maleducati come molti sopra scrivono quoto.
potrebbe pure essere utile una bacchetta magica che ci trasformasse tutti come uno scarabeo sfffissero? magari non proprio uguale ma..insomma.forse sarebbe utile.
visto che parliamo di educazione dubito però che nel medio si modifichi con queste iniziative,mi tocca con tristezza quotare scarabeo.
mentre nel lungo periodo piano piano con la (morte) pazienza le nuove generazioni saranno in genere migliori di noi....tocca a noi spingere in quella direzione con l'esempio.
tutto sommato ,concludendo largo a chi ''vuole fare''.male non fa.anzi.
si me vònno capi' capischeno,sinnò cassi sua..

*

Offline Gianluca

  • ******
  • 8.051
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #16 il: Febbraio 11, 2013, 06:38:04 pm »
L'abbiamo appena inaugurata  [:cont] ;D


Non è la stessa cosa, ma manco per niente.....
Qualcuno è andato per età, qualcuno perché già dottore e insegue una maturità, si è sposato, fa carriera ed è una morte un po' peggiore...

*

Online mario55

  • *****
  • 1.869
  • la mia Dyane a Carrara, 31.08.1979
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #17 il: Febbraio 11, 2013, 07:43:38 pm »
considero valide tutte le iniziative che possono migliorare e rendere più sicuro viaggiare in auto.

anche io sono arcistufo di dover scansare il SUV di turno, di chi parla al telefono, dei ciclisti (con tutte ridicole) che con la scusa che si "devono" allenare occupano l'intera carreggiata di una strada, sono anche stufo di tutti gli autovelox che ci sono nelle nostre strade, delle buche, delle segnaletica disposta a casaccio, di stare in ansia tutte le volte che prendo la DS perchè ho paura che qualche bischero mi venga addosso.

per Scarabeo:
lo so anche io che in Germania non ci sono limiti, anche se a dirla tutta i limiti ci sono (esempio 120 km/h in corrispondenza degli svincoli e autogril) e se non li rispetti sono c...zi

ma noi siamo in Italia, e si deve rispettare il Codice delle Strada, perché nessuno si deve permettere di infrangere le regole, dal pedone che attraversa dove non dovrebbe, all'appassionato che fila a 170 con un'auto (e talvolta pneumatici) di 40/45 anni fa.

e questo perché nessuno si deve permettere di mettere a rischio la vita altrui, solamente per il gusto di infrangere le regole.

mario55
Nulla è pericoloso quanto l'essere troppo moderni. Si rischia di diventare improvvisamente fuori moda.
Oscar Wilde
-----------------------------------
  DS 21 Confort bvh 1968

*

Offline ERIKKE

  • ******
  • 4.473
  • ...mai rubare il rabarbaro in barba a un barbaro..
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #18 il: Febbraio 11, 2013, 08:14:12 pm »
considero valide tutte le iniziative che possono migliorare e rendere più sicuro viaggiare in auto.

anche io sono arcistufo di dover scansare il SUV di turno, di chi parla al telefono, dei ciclisti (con tutte ridicole) che con la scusa che si "devono" allenare occupano l'intera carreggiata di una strada, sono anche stufo di tutti gli autovelox che ci sono nelle nostre strade, delle buche, delle segnaletica disposta a casaccio, di stare in ansia tutte le volte che prendo la DS perchè ho paura che qualche bischero mi venga addosso.

per Scarabeo:
lo so anche io che in Germania non ci sono limiti, anche se a dirla tutta i limiti ci sono (esempio 120 km/h in corrispondenza degli svincoli e autogril) e se non li rispetti sono c...zi

ma noi siamo in Italia, e si deve rispettare il Codice delle Strada, perché nessuno si deve permettere di infrangere le regole, dal pedone che attraversa dove non dovrebbe, all'appassionato che fila a 170 con un'auto (e talvolta pneumatici) di 40/45 anni fa.

e questo perché nessuno si deve permettere di mettere a rischio la vita altrui, solamente per il gusto di infrangere le regole.

mario55


 [(su)]

*

Offline haiede

  • ******
  • 6.117
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #19 il: Febbraio 11, 2013, 09:38:07 pm »
Matteo.........hai fatto 1400 km di Francia in strada e 200 in Italia...........le differenze socioculturali e di comportamento le hai viste, non sono colmabili con qualche cartello,limite,divieto o altro..............qui devi sempre difenderti da tutto e da tutti in primis dall'apparato statale che sopravvive e se stesso,che non deve pensare o ragionare ma solo "applicare" allontanando cosi dalla singola persona qualsivoglia responsabilità di giudizio della quale sarebbe malauguratamente chiamata a rispondere in caso di eventi sinistri.

L'iniziativa è di per se valida e lodevole...........non applicarla però alla lettera in un paese dove solo la minaccia e la coercizione portano a qualche pur minimo risultato (minimo, per il fatto che l'esempio fornito in primis da chi minaccia, è ancor peggiore dei comportamenti che si cerca di sanzionare).

Di esempi ce ne sarebbero a decine: monta le gomme invernali!!!........altrimenti......altrimenti sono obbligato a pulire le strade e non ho i soldi per farlo dappertutto e quindi un pasticcio assurdo con alcune strade si,altre no, dall'incrocio in poi non servono ma prima si..................oppure il telecontrollo occulto della macchina: prova a transitare con un telepass idoneo per classe veicolo ma non con la targa dello stesso, su un portale............dopo alcuni mesi. pur avendo regolarmente pagato, vedrai cosa succede (del resto devo vendere n apparati in più ed è di oggi la circolare arrivata sulle sanzioni per mancata restituzione/smarrimento dell'apparecchio)..............assicurazioni?........meglio tacere: la grande novità della black box di un noto gruppo bancario serve solamente a segnalare dove,come e quanto si usa la macchina confrontandolo con i dati dichiarati e poi aggiornando i premi..........altrove assicuri la persona con la sua targa individuale che si porta con se al cambio macchina.......da noi no: 5 macchine = 5 polize anche guidate da unico soggetto; e non è finita: l'aumento esponenziale di sinistri con "veicoli storici" (regolarmente certificati tali dall'ASI) fa capire che la tentazione di fare i furbi usando giornalmente e senza particolare attenzione una macchina d'epoca (in buono stato o meno) a costi ridottissimi rispetto ad una "normale" è sempre maggiore e stà inducendo molto compagnie a non volerle assicurare più le vecchiotte (non le giustifico, ma comunque è un dato oggettivo verificabile).

Ne converrai che questo genere di sottobosco tipico del nostro paese, non è l'ideale per sviluppare progetti importanti: noi siamo troppo impegnati a trovare escamotage giornaliere per sopravvivere nella selva di trappole ed automatismi che noi stessi abbiamo creato...............gli "altri" invece si attengono a meno regole, più semplici e ferree (oltre che dettate dal buonsenso) perchè sono impegnatissimi a progredire, chi più velocemente chi più lentamente, sia socialmente che sul piano economico e non hanno il tempo e la voglia di districartsi tra le pieghe legislative dove invece qui ci campa un esercito di persone.

Comunque , se posso sostenere in qualche modo (e per quel che posso) l'iniziativa, chiedi........lo faccio volentieri per il club ed anche per sostenere il tuo progetto di adesione che merita comunque apprezzamento non fosse altro per la vitalità di idee dimostrata e per quanto lo vorrai implementare lasciandone traccia..............oltre alle attività ludiche che sicuramente fanno molta più presa............ma questo lo sai di sicuro!
Opinione personale opinabile e magari anche sbagliata.
 [:hello]
Dodo

*

Offline IDcronio

  • ******
  • 14.968
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #20 il: Febbraio 11, 2013, 10:02:45 pm »
Lodevolissima iniziativa per quanto mi riguarda. [^]

Da questo mio topic dal titolo inequivocabile: http://forum.ideesse.it/smf/index.php?topic=11347.msg169027#msg169027 si può capire quanto l'argomento mi interessi.

Per onestà dico che la prima patente che vorrei strappare è la mia, troppe le infrazioni del codice che sono obbligato a compiere per non farmi schiacciare es.: da un Tir in autostrada solo perchè io vorrei rispettare il limite di velocità mentre colui che lo guida decide in autonomia (anarchia?) che la corsia è abbastanza grande e sicura per andare 50-100 km più veloce rispetto allo stesso limite.

Poi strapperei le patenti di ado (una mina vagante [(prrr2)]) e di Scarabeo [:D].. uno svizzero fortemente critico di quell'educazione civica così carente in Italia (non serve citare le pur vere distinzioni tra sud e nord) che è alla base di scelte come quelle adottate in Germania in merito alla mancanza di limiti di velocità.
E' un fatto culturale e generazionale non ci sono dubbi, ma mi sembra assurdo pretendere che il rispetto della norma, quale che essa sia, possa venire invocando il libero arbitrio.
Questo è un paese di corrotti e peccatori, serve il gatto a nove code per dindirindina!! [8D] [:hello]
« Ultima modifica: Febbraio 11, 2013, 11:32:58 pm da IDcronio »

*

Offline CitroMarco

  • Al vostro Citrò Servizio
  • ***
  • 549
    • CITRÒ SERVICES
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #21 il: Febbraio 11, 2013, 10:12:31 pm »
Ed i continuo a pestare contro  [A:sob] >:D [(muro)] [(muoio)] [(ufff)]

Voglio un club che si occupi di Citroen DS e non di guarire i mali del mondo.

Di ONLUS e associazioni benefiche ce ne sono a bizzeffe.
Quando penso ai bambini, mi rivolgo all'UNICEF, per i terremotati c'è l'imbarazzo della scelta, ma quando penso all'IDeeSse vorrei solo parlare con persone che condividono la mia passione. Perchè quello è il momento in cui voglio parlare di idraulica, cofani aperti, interni e storia di Andrè.
Se iniziamo sulla china con le iniziative più disparate, come questa per la quale ho già espresso il dissenso, allora mi sento 'differente' e non più parte della compagnia.

Se c'è tempo e risorse da utilizzare, che vengano spese come sempre fu fatto nei raduni, nelle riviste di cui il club è sempre più avaro, nelle iniziative perchè le nostre amate possano continuare a circolare.
Oppure devo rifarmi allo statuto e dire semplicemente che vorrei che fosse seguito?
e pensare che non ci vado nemmeno matto, per la mortadella...

Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #22 il: Febbraio 11, 2013, 10:28:24 pm »
Iniziativa interessante e giusta...lo dico anche perche' sono stato coinvolto in un incidente gravissimo tanti anni  fa'....
sans souci

Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #23 il: Febbraio 11, 2013, 10:29:13 pm »
Se c'è tempo e risorse da utilizzare, che vengano spese come sempre fu fatto nei raduni, nelle riviste di cui il club è sempre più avaro, nelle iniziative perchè le nostre amate possano continuare a circolare.
Oppure devo rifarmi allo statuto e dire semplicemente che vorrei che fosse seguito?

E' proprio qui che sbagli.

La DS non è una 127 o una Renault 5 (con rispetto parlando). La DS è un'automobile che già 50 anni fa -pur con i suoi limiti- pensava alla sicurezza attiva e passiva, lo faceva nei dettagli come nella concezione generale e tu più di ogni altro dovresti saperlo. E in un'epoca in cui era considerato normale morire schiacciato da un piantone dello sterzo che ti sfondava lo sterno, io lo considero avanguardista, lungimirante e meritorio.

Dimentichi un altro dettaglio: l'appassionato di auto d'epoca -soprattutto per un'auto complessa come la DS- non è un automobilista come gli altri. E' un automobilista che considera la sua vettura ben oltre il suo scopo di mezzo di trasporto e soprattutto la conosce da un punto di vista tecnico, la rispetta e pretende dagli altri automobilisti altrettanto rispetto. E' quindi il tipo esatto di automobilista che deve dare l'esempio.

Qui non si tratta di dar da mangiare ai bambini profughi del Darfur, si tratta di infondere una mentalità e una cultura dell'automobile volta alla sicurezza, al rispetto di sè stessi e degli altri e alla civiltà. E lo si fa partendo proprio dai più sensibili alle corde di un simile argomento, ovvero dagli appassionati di automobile.

Io veramente non capisco tutto questo astio nei confronti di un progetto che -per una volta- dovrebbe raccogliere consenso unanime.
Posso assicurare comunque che anche in occasione di detti seminari tecnici ci sarà cibo in abbondanza, così non perderete del tutto una giornata a sentirvi dire come regolare le cinture di sicurezza o quali sono le distanze di frenata a 120 all'ora. Ma ti assicuro che se anche una sola persona tra noi, ripensando a quanto verrà detto, deciderà di non rispondere al cellulare concentrandosi sul volante e magari casualmente evitando di tirar sotto una vecchina sulla strisce, il progetto avrà avuto successo.
« Ultima modifica: Febbraio 11, 2013, 10:31:59 pm da H a v r a i s »
"La route doit redevenir pour l'automobiliste, à la fin du XX siècle, ce qu'était le chemin pour le piéton ou le cavalier: un itinéraire que l'on emprunte sans se hâter, pour se distraire et voir la France." (Georges Pompidou)

*

Offline maverick

  • *****
  • 2.619
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #24 il: Febbraio 11, 2013, 10:48:00 pm »
... uuu... che tristezza ragazzi...
quando si legge di citromalati, malati di diesse.... (un sorriso, a volte si strappa, forse....
Ma qui veramente si tocca il fondo....

.. UN BURATTINO CHE MANGIA PIZZA UNA VOLTA AL MESE!!

*

Offline CitroMarco

  • Al vostro Citrò Servizio
  • ***
  • 549
    • CITRÒ SERVICES
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #25 il: Febbraio 11, 2013, 10:51:21 pm »
Negli anni '70 i miei genitori penso fossero se non gli unici tra i pochissimi ad andare in giro con le cinture di sicurezza disponibili sulla DS allacciate.
Nel 1983, a 19 anni, mi procurai e montai le cinture di sicurezza alla mia "Panda 45" che invano avevo cercato di acquistare nuova già dotata di cinture. Ed obbligavo i passeggeri ad allacciarle, come li obbligo ancora oggi.
Però continuo a pensare che non c'entri nulla con la Citroen DS, esattamente come il Darfur. Inoltre ritengo che il concetto di sicurezza oggi sia travisato. Personalmente sono saturo di spot radiofonici che ti invitano ad andar piano, piano, piano. Invitate la gente a rimanere a casa e facciamo prima.  Tutti i ( per fortuna pochi)  inconvenienti che ho avuto sulla strada nei miei 30 anni di patente sono stati dovuti al calo di attenzione perchè andavo piano. Se tu avessi proposto un corso di guida sicura, magari con le DS, dove si imparasse ad andare al di là delle proprie reazioni istintive, sarei stato meno gelido. Ma una cosa impostata con il filmato che hai linkato, scusami, mi ha fatto solo venire il picco di adrenalina. Come 'minoranza' ritengo di aver detto quello che avevo da dire, per cui Passo e chiudo.

Marco
e pensare che non ci vado nemmeno matto, per la mortadella...

*

Offline CitroMarco

  • Al vostro Citrò Servizio
  • ***
  • 549
    • CITRÒ SERVICES
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #26 il: Febbraio 11, 2013, 10:52:32 pm »
... uuu... che tristezza ragazzi...
quando si legge di citromalati, malati di diesse.... (un sorriso, a volte si strappa, forse....
Ma qui veramente si tocca il fondo....



Grazie del commento costruttivo, come sempre.  [:inch]
e pensare che non ci vado nemmeno matto, per la mortadella...

Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #27 il: Febbraio 11, 2013, 10:53:35 pm »
... uuu... che tristezza ragazzi...
quando si legge di citromalati, malati di diesse.... (un sorriso, a volte si strappa, forse....
Ma qui veramente si tocca il fondo....



Grazie Vito, mancavate giusto tu e il tuo leggendario tempismo a completare l'allegro quadretto.

Comunque non ho molto altro da aggiungere, questo è il progetto.
Per coloro a cui piace e lo appoggiano spero che sarà veramente un arricchimento umano come credo.
A chi non piace posso dire che personalmente sono rattristato perché credevo potesse essere una cosa apprezzata unanimemente, ma me ne faccio una ragione: liberi tutti, del resto non abbiamo mai obbligato nessuno.

En avant!

 [:hello]
"La route doit redevenir pour l'automobiliste, à la fin du XX siècle, ce qu'était le chemin pour le piéton ou le cavalier: un itinéraire que l'on emprunte sans se hâter, pour se distraire et voir la France." (Georges Pompidou)

*

Offline maverick

  • *****
  • 2.619
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #28 il: Febbraio 11, 2013, 10:57:43 pm »
.. figurati, (anche Marco naturalmente) potrei risponderVi con una canzone di Gaber.... vediamo se indovinate o avente in mente solo la macchinina x giocare?... visto che vi piace giocare magari indovinate la canzone..  [:hello] 
.. UN BURATTINO CHE MANGIA PIZZA UNA VOLTA AL MESE!!

Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #29 il: Febbraio 11, 2013, 10:59:43 pm »
Discorso delicato...

Per una volta mi trovo parzialmente d'accordo con Scarabeo, troppi luoghi comuni e troppi clichè, a partire da quello sulla velocità che contesto sistematicamente da anni.

Invece di puntare sulla preparazione di chi si mette alla guida, come se fosse obbligatorio che tutti debbano poter guidare, si punta all'addormentamento globale del parco circolante, rimpinguando nel frattempo le casse con i "controlli per la vostra sicurezza" che sono solamente ladroneschi agguati ai poveri malcapitati di passaggio.
Così in nome della sicurezza proliferano ormai ovunque i rettilinei nel deserto con 50km/h di limite e doppia riga, seguiti da telecamera puntata, perchè ormai un sorpasso su una strada statale è sempre e comunque visto come un atto da sconsiderati.

Il legame tra la DS, che a suo tempo era all'avanguardia della sicurezza, e la filosofia odierna di sicurezza stradale lo trovo labile.
Ricordo che la DS era reclamizzata come la vettura per sfiorare i 200km/h in autostrada.
Visto i limiti della tecnologia di allora, dovremmo dire che erano degli incoscienti?

Personalmente, da un club di auto d'epoca mi attendo altri tipi di iniziative...

Parere personale, ovviamente  [:D] [:D] [:D]


Per me hai perfettamente ragione,o imboscate dietro i cespugli con auto civic borghesi nascoste e laser...la famosa repressione italiana [:fiu] [:fiu]


per Scarabeo:
l
, all'appassionato che fila a 170 con un'auto (e talvolta pneumatici) di 40/45 anni fa.



mario55
magari mi sbaglio ma mi sento preso in causa,se è così le mie gomme hanno 2 anni non la farei con gomme di 40/50 anni,neanche di 10 o 15...
 [(abbraccio)] [:hello]