Forum.IDeeSse.it

Area Generale - Citroën ID/D/DS => Curiosità dal mondo DS => Topic aperto da: Martini - Febbraio 14, 2020, 01:51:57 pm

Titolo: Parte il progetto DS.h
Inserito da: Martini - Febbraio 14, 2020, 01:51:57 pm
Dunque ve lo anticipo qui io, prima che lo leggiate in giro per siti e riviste.

Il primo febbraio è partito in via sperimentale in Italia il progetto DS.h
Consiste nell'offrire agli appassionati un servizio di consulenza "a pacchetti" per il restauro di ID/D/DS con protocolli molto precisi ed un servizio di preventivazione delle spese che, per dirlo in breve, corrisponde alla fattura finale.

DS.h dispone anche di una rete di proprie officine autorizzate che garantiscono l'assistenza programmata e straordinaria secondo i suoi protocolli e di servizi specializzati che arrivano a prevedere il ritiro e la riconsegna della vettura per la manutenzione.

Vi faccio un esempio. Il signor X che non sa nulla di DS decide che è arrivato il momento di averne una: contatta DS.h, viene al Centro Documentazione (o noi andiamo da lui) e sceglie un qualsiasi modello degli anni '66-'75, in qualunque allestimento/colore purché conforme alle specifiche per anno e modello.
Se ha già una vettura, si lavora su quella, altrimenti verrà aiutato a trovare l'"auto-base" per le lavorazioni successive che, in funzione del risultato da ottenere, partiranno con lo smontaggio totale della vettura, il trattamento completo del telaio e della meccanica ed il successivo rimontaggio che può prevedere (a seconda dei pacchetti scelti) la sostituzione completa della carrozzeria con pannelli nuovi, degli interni, dell'idraulica eccetera eccetera, sino ad arrivare ad una vettura sostanzialmente pari al nuovo.

Cosa non farà DS.h: non farà "over-restore", niente cromature, zincature gialle, coperchi valvole lucidati e amenità del genere.
Non farà Pallas che non lo erano, non farà Cabriolet dalle berline, non monterà vetri azzurrati su auto del '66, interni in pelle sulle DSuper e cose del genere. Non farà pagare al cliente un euro oltre il preventivato, anche se dovessero risultare lavori imprevisti o imprevedibili.

Per chi è pensata DS.h: per chi voglia intraprendere il restauro completo (o della sola carrozzeria o sola meccanica) della propria DS e non vuole imprevisti. E la certezza di un lavoro storicamente e tecnicamente corretto. Per chi vuole entrare nel mondo DS dalla porta principale, acquistando una vettura "chiavi in mano", pronta all'uso, affidabile almeno quanto poteva esserlo da nuova.

Per chi NON è pensata DS.h: per chi ha necessità di piccoli interventi di restauro/riparazione, che troverà maggior soddisfazione nel farli operare da un'officina locale. E non è nemmeno per chi intenda personalizzare la propria auto oltre i limiti storici per anno e modello (o per eccesso di fantasia).

Questa la sostanza. Di più sul sito internet (che avevate già tanato) www.DShItalia.com e sul facciabuco www.facebook.com/dshitalia

(https://i.ibb.co/2KP25zt/Logo-facciabuco.jpg) (https://ibb.co/BsjDwhZ)
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Capitan Uncinema - Febbraio 14, 2020, 02:10:54 pm
Carino.
Ma giusto per fare il rompi-coso-quello-lì-che-lasciamo-perdere...
punto.acca, per cosa sta? È per quelli che non ci capiscono punto, ma proprio un acca?

E devo proprio dire... dshitalia...  [(arrabbiato1)]
Cioè... dshitalia? Digitalia di cacca? Et alia?

Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: palmi - Febbraio 14, 2020, 02:11:37 pm
Forte [:clap] [:clap] [:clap] [:clap] [dsrun] [dsrun] [dsrun] [dsrun]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Gianluca - Febbraio 14, 2020, 02:18:04 pm
H starà per History....

L'idea sembra interessante.

Non facile da gestire, temo, ma interessante.

 [:clap]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: ruotesgonfie - Febbraio 14, 2020, 02:23:26 pm
Avrei detto che H stesse per Help  ;D
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Martini - Febbraio 14, 2020, 02:36:01 pm
Historique
Heritage
Histoire
Historic

Quel H che volete  ;D
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Gianluca - Febbraio 14, 2020, 02:39:19 pm
Non sarebbe male - ma ancora immagino sia presto per questo - conoscere quali saranno le officine/carrozzerie che si occuperanno dei lavori e da dove arriveranno i ricambi.

Pur avendo un ottimo supporto per i lavori fatti finora sulla mia DS, non escludo che in futuro non possa essere interessato a provare l'esperienza.

Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Martini - Febbraio 14, 2020, 02:46:08 pm
Non sarebbe male - ma ancora immagino sia presto per questo - conoscere quali saranno le officine/carrozzerie che si occuperanno dei lavori e da dove arriveranno i ricambi.

Pur avendo un ottimo supporto per i lavori fatti finora sulla mia DS, non escludo che in futuro non possa essere interessato a provare l'esperienza.

Per ora sono due: nord-est e nord-ovest, ma partiamo adesso con la formazione tecnica alle officine, entro l'anno dovrebbero essere almeno una decina.
Per evitare sovrapposizioni, questo progetto NON coinvolge le "officine IDéeSse" identificate da MotomSS, non automaticamente.
Per quel che riguarda i ricambi, non c'è un fornitore unico: visto che i lavori sono garantiti, il "ricambio del ricambio difettoso" è gestito direttamente da DS.h.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: sidney65 - Febbraio 14, 2020, 03:02:03 pm
SemBRA ROBA D RICCHI.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: IDcronio - Febbraio 14, 2020, 08:17:51 pm
 [:clap] [:clap] [:clap]  avessi 20anni in meno! [o:o:] [:crazy]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: SCARABEO - Febbraio 14, 2020, 08:34:39 pm
....non penseresti alle DS !!  [:crazy]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: MarioCX - Febbraio 14, 2020, 09:53:42 pm
Tutto ciò che di questi tempi mette "Citroën" davanti a "DS" va bene e va promosso.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Gianluca - Febbraio 14, 2020, 10:13:05 pm
Non so se lo hai visto ma ... si chiama DS.h.... Non Citroen DS.h.

A me personalmente non importa, preferisco sapere chi sono i meccanici, i carrozzieri, chi fornisce i ricambi (specialmente l'idraulica), se è previsto anche il restauro dei sedili in cuoio invece del cambio con i sedili nuovi rifatti....ecc. ecc....

Se però a te interessa soltanto il nome significa che non hai idea delle potenzialità di questo progetto...che come tutti i progetti grandi genera grandi aspettative....ma può generare anche grandi delusioni ...

io li ammiro solo per il coraggio...



Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: FabioC - Febbraio 14, 2020, 10:42:11 pm
Tutto ciò che di questi tempi mette "Citroën" davanti a "DS" va bene e va promosso.
Mario... La .h l' han messa dietro...  ;D

Comunque il programma e` ammirevole. En avant...
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: IDcronio - Febbraio 15, 2020, 02:00:27 pm
....non penseresti alle DS !!  [:crazy]

 [(abbraccio)]  ;D
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Gianluca - Febbraio 15, 2020, 03:40:11 pm
Comunque il programma e` ammirevole. En avant...

Eccome se lo è...Se ben gestito e ben portato avanti è una bomba, altro che !
Una di quelle cose che "gratificano" la storicità di DS come poche altre...

Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: juillet61 - Febbraio 15, 2020, 03:54:21 pm
Super projet. [;)]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: fperfetto - Febbraio 15, 2020, 04:34:00 pm
Inizio a mettere i soldi da parte, mi piacerebbe che la mia DS tornasse perfetta, originale, da conservare.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: MarioCX - Febbraio 15, 2020, 06:02:35 pm
Non so se lo hai visto ma ... si chiama DS.h.... Non Citroen DS.h.

Intendevo dentro al sito, dove per fortuna si parla di Citroen DS.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: haiede - Febbraio 15, 2020, 10:28:28 pm
Iniziativa lodevole ..... speriamo che quanto prima vengano pubblicati gli elenchi degli "affiliati" al progetto e che tutto diventi operativo con la massima trasparenza come promesso sia per costi che tipologia di pacchetti di servizio e livello qualitativo proposto.
 [:hello]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: oxi883 - Febbraio 18, 2020, 02:12:36 am
C'è gia' chi restaura professionalmente le Ds, ben vengano altre soluzioni, nn dubito sulla competenza e sulla qualita' dei lavori,anzi potrebbe essere un plus detrminante se "venduto"nella giusta maniera, sarebbe interessante se i prezzi fossero dettati dalla logica intesa a 360°. Visto il naufragio di precedenti altrettanto interessanti progetti, qualche dubbio lo nutro anche sul proseguo di questo,spero di sbagliare quest'ultimo parere personale  ;D ;D ;D [:hello]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Martini - Febbraio 21, 2020, 05:51:23 pm
Intanto si moltiplicano le officine che ci stanno contattando per entrare nel progetto.
Domani verrà a trovarci uno dei candidati della prima ora, nei prossimi giorni incontreremo anche qualcuno degli "storici" che lavorano sulle ID e DS, che ci hanno contattati per aderire al progetto. E la cosa ci fa oltremodo piacere.

Anche perché, Oxi, ci sono differenze sostanziali tra qualcuno che apre un centro restauro e la creazione di una rete, basata sulla documentazione e con l'appoggio diretto di una struttura (il Centro Documentazione) che è un'emanazione della Marca, al punto da essere la depositaria delle firme anche presso il Ministero dei Trasporti... Credo che sia un unicum a livello planetario e che sarà un modello che verrà seguito anche in altri Paesi.

Non ho notizia di alcun progetto analogo, men che meno di naufragi...

Aggiungo che personalmente credo in questo progetto da DECENNI e che abbiamo provato a svilupparlo anche come Club, con la "rete di officine IDéeSse", ma che le esperienze fatte, soprattutto quella che ha portato avanti Alessio Motom son servite a capire che per fare una cosa così, per molte ragioni, ci vuol dietro una struttura commerciale professionale, con gente che lo fa di mestiere perché altrimenti diventa un secondo lavoro ed espone persone e Club a rischi notevoli.

Di DS.h si parla da almeno 6 anni, visto che il progetto pilota fu la realizzazione della DS23 di Citroën Italia. Fu all'inizio di quella lavorazione che un dirigente (lo stesso che venne al raduno di Rimini nel 2015) ci disse "certo che sarebbe stupendo poter avere in salone le DS d'epoca e venderle come si fa con le auto moderne"...

Oggi su www.DShItalia.com (sezione "news") abbiamo pubblicato le foto di quella DS23, nei prossimi giorni pubblicheremo anche un video di una trentina di minuti girato durante il restauro della stessa auto.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: dino - Febbraio 22, 2020, 08:44:38 am
E per i ricambi ? come la mettete ? Non se ne è parlato, sembra che il problema sia secondario, ma non è cosi'

Garanzie ?  Conformita' all' originale ? Difficolta' di reperire ricambi rari non riprodotti  ecc ecc

Non lo so,

D    [:hello]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Vito - Febbraio 22, 2020, 09:28:55 am
A mio avviso bisognerebbe garantire  l'onestà "intellettuale" di chi aderisce come "operatore", nel senso..... che non ci devono vedere come polli da spennare, che devono fare il loro giustissimo guadagno, ma che non devono prenderci in giro (e di conseguenza spennarci), come è successo a me quando ho cambiato la scatola dello sterzo, e, il meccanico (tra l'altro credo sia presente nella lista rete di officine IDéeSse), per giustificare la sua parcella, mi disse, che per sostituirla ci avevano messo 24 (VENTIQUATTRO) ore lavorative !
Fatta questa dovuta precisazione, anche a me sembra un gran bel progetto.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Vito - Febbraio 22, 2020, 09:42:10 am
Dimenticavo....non l'hanno revisionata, hanno smontato la vecchia, e montato quella che gli ho portato io.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: fperfetto - Febbraio 22, 2020, 10:24:08 am
A mio avviso bisognerebbe garantire  l'onestà "intellettuale" di chi aderisce come "operatore", nel senso..... che non ci devono vedere come polli da spennare, che devono fare il loro giustissimo guadagno, ma che non devono prenderci in giro (e di conseguenza spennarci), come è successo a me quando ho cambiato la scatola dello sterzo, e, il meccanico (tra l'altro credo sia presente nella lista rete di officine IDéeSse), per giustificare la sua parcella, mi disse, che per sostituirla ci avevano messo 24 (VENTIQUATTRO) ore lavorative !
Fatta questa dovuta precisazione, anche a me sembra un gran bel progetto.
E per i ricambi ? come la mettete ? Non se ne è parlato, sembra che il problema sia secondario, ma non è cosi'

Garanzie ?  Conformita' all' originale ? Difficolta' di reperire ricambi rari non riprodotti  ecc ecc

Non lo so,

D    [:hello]

Tutto giusto, ma cerchiamo di non trasformare un progetto lodevole in un tentativo utopistico di costrure una società ideale.  [dsupdown]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Martini - Febbraio 22, 2020, 10:33:44 am
E per i ricambi ? come la mettete ? Non se ne è parlato, sembra che il problema sia secondario, ma non è cosi'

Garanzie ?  Conformita' all' originale ? Difficolta' di reperire ricambi rari non riprodotti  ecc ecc

Non lo so,

D    [:hello]

Dino, DS.h non vende ricambi. E' un'ipotesi che avevamo accarezzato, ma poi abbiamo lasciato perdere.
Abbiamo preferito coinvolgere una serie di produttori e revisionatori, concordando con loro protocolli di lavorazione (sull'idraulica, per esempio) specifici per le nostre lavorazioni. Il test è stato fatto sulla DS23 di Citroën (e sulle nostre auto) ed incrociando l'incrociabile, scatole guida, pompe hp, correttori e sfere sono ancora tutti al loro posto senza perdite o comportamenti strani. Lo stesso per altre parti meccaniche e di rivestimento.
Poi abbiamo accesso alle scorte in Francia per quanto riguarda le parti originali.
Per i ricambi rifatti, siamo messi come il resto del mondo, con la differenza che in caso di cedimento di un pezzo da noi fornito, garantiamo il lavoro ed il ricambio.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Martini - Febbraio 22, 2020, 10:38:57 am
A mio avviso bisognerebbe garantire  l'onestà "intellettuale" di chi aderisce come "operatore", nel senso..... che non ci devono vedere come polli da spennare, che devono fare il loro giustissimo guadagno, ma che non devono prenderci in giro (e di conseguenza spennarci), come è successo a me quando ho cambiato la scatola dello sterzo, e, il meccanico (tra l'altro credo sia presente nella lista rete di officine IDéeSse), per giustificare la sua parcella, mi disse, che per sostituirla ci avevano messo 24 (VENTIQUATTRO) ore lavorative !
Fatta questa dovuta precisazione, anche a me sembra un gran bel progetto.

La procedura standard, prevede che chi ha necessità di un lavoro importante, diciamo che non sia cambiare l'olio e il filtro, viene da noi (o nel caso di vettura ferma) noi andiamo da lui. Si redige un capitolato di lavoro che prevede dei codici con dei tempi. E' DS.h che fattura il lavoro al Cliente che ha la totale trasparenza su quanto viene effettuato con lista delle lavorazioni e dei tempi.
Lo stesso poi per le manutenzioni, con la differenza che l'"officina autorizzata" a redigere, col medesimo sistema, l'elenco delle lavorazioni ed il preventivo che sarà uguale al consuntivo.
Gli imprevisti? Vengono discussi col cliente caso per caso, se l'errore è nel preventivo, il cliente non paga di più.
Se poi smontando un motore vien fuori che ci vogliono canne e pistoni, sarà il cliente a stabilire che fare.

E' un esempio non esaustivo.

Le officine che entreranno nel progetto, salvo quelle che ci sono da sei anni e che sono solo due, faranno un periodo di prova prima di issare l'insegna ed il loro lavoro sarà misurato (come nel prosieguo) col metodo dei feedback.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: dino - Febbraio 22, 2020, 11:33:17 am
Io non mi riferivo  alla vendita dei ricambi
Ma alla qualita' di essi e conformita' 


D   [:hello]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: andiid19b - Febbraio 22, 2020, 12:14:28 pm
Ottima iniziativa, bravi!
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Martini - Febbraio 22, 2020, 06:10:45 pm
Io non mi riferivo  alla vendita dei ricambi
Ma alla qualita' di essi e conformita' 


D   [:hello]

Dino, ti ho risposto sopra.
Per il resto, penso che si sia detto veramente tutto sulla qualità dei ricambi…
Per quanto riguarda DS.h, per filosofia, cercheremo di cambiare il minimo indispensabile, recuperando tutto ciò che è possibile recuperare.
Per le cose mancanti o eccessivamente usurate, useremo ove possibile ricambi nuovi dell'epoca, anche grazie alle scorte francesi, poi faremo come tutto il resto del mondo, salvo farsi fare cose apposta per DS.h, come nel caso dell'idraulica.

Ho omesso qualcosa?
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: MarioCX - Febbraio 22, 2020, 10:22:17 pm
Che i "ricambi nuovi dell'epoca" non è cosa relativa a parti in gomma/plastica!
I hope...
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: dino - Febbraio 23, 2020, 09:28:39 am
scorte francesi...? [o:o:]
ricambi nuovi dell' epoca.... ? [o:o:]

OK  molto bene....avanti tutta e ...
buon lavoro

D    [:hello]

Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: haiede - Febbraio 23, 2020, 12:24:05 pm
Bene, rimane quindi da aspettare la sola pubblicazione della rete ufficiale delle officine nelle varie zone d'Italia alla quale i clienti possono rivolgersi sia per piccoli interventi di manutenzione ordinaria che per le "grandi opere" gestite poi con la supervisione CDSC.
 [:hello]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Gianluca - Febbraio 23, 2020, 02:29:27 pm
Per quanto riguarda DS.h, per filosofia, cercheremo di cambiare il minimo indispensabile, recuperando tutto ciò che è possibile recuperare.

Dai Maurizio, questa va bene per Zelig....  [o:o:]



Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Martini - Febbraio 23, 2020, 04:54:47 pm
Dai Maurizio, questa va bene per Zelig....  [o:o:]

No Gianluca, sarà proprio così: recuperare tutto il recuperabile, chiaro che vale sulle parti funzionanti/ripristinabili che abbiano un aspetto ragionevole.
Meglio una "pancia" in acciaio, ripassata dal lattoniere e dal battilastra che magari richiede tre ore di lavoro che una in vetroresina.

Intendo questo.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: ruotesgonfie - Febbraio 23, 2020, 05:49:47 pm
Ma a spanne...senza considerare auto particolari...una modesta ID/DS restaurata con le modalità descritte, quanto potrebbe arrivare a costare secondo voi?
So che sembra una domanda da un milione di dollari, dipende dalle condizioni iniziali dell'auto, dal risultato a cui si punta ecc...ma si è parlato tante volte del fatto che nella gran parte dei casi si rischia di superare il valore del mezzo.
Tralasciando questioni affettive per le quali uno magari è disposto a spendere cifre ingiustificate, si terrà conto di tale aspetto in fase di preventivazione?
Immagino che il ruolo di DS.h sia anche quello di consigliare al meglio il cliente...che a tirare fuori un preventivo da 20/30.000 euro non ci vuole molto.
5/10.000 di carrozzeria, lamierati, fondi ecc...
3/4.000 di interni e tappezzeria
1.000 di gomme
3/4.000 di idraulica
4/6.000 per ripristinare o rifare il motore
2/3.000 di meccanica, freni, avantreno, serbatoio benzina ecc...
Più il valore/costo iniziale dell'auto.

Con o senza DS.h a grandi linee non mi sembra di aver sparato cifre assurde, se uno vuole l'auto "come nuova"  [:cont].

Anch'io non vedo l'ora di vedere nascere  qualche officina specializzata, sempre più diessisti mi chiedono consiglio su dove portare a riparare la propria auto. Mi vengono in mente solo nomi fuori dal Piemonte che veramente mi sentirei di consigliare.
Ma ovviamente i costi devono essere sostenibili dall'appassionato medio, che secondo me rappresenta almeno il 50% di coloro che posseggono una DS.
Come dire...i ricchi sapevano già da chi portarla  ;D
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: stefano65 - Febbraio 23, 2020, 07:34:42 pm
....
Ma ovviamente i costi devono essere sostenibili dall'appassionato medio, che secondo me rappresenta almeno il 50% di coloro che posseggono una DS.
Come dire...i ricchi sapevano già da chi portarla  ;D
DSH sarà un azienda .
Quindi presumo che i costi saranno più o meno quelli di una moderna officina, con una organizzazione e risorse umane oltre a costi di gestione da dover necessariamente colmare.
Poi dovrebbe anche fare utili...magari non nel breve termine....ma prima i poi...
Di sicuro non saranno determinati dalle necessità degli appassionati non benestanti.
Un'azienda deve rendere conto esclusivamente a se stessa.
E mi sembra anche giusto..
I non ricchi, (tra cui ci sono anche io) non credo che avranno maggior potere d'acquisto in DSh rispetto ad una organizzazione simile già esistente.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: massimotto - Febbraio 23, 2020, 07:38:49 pm
Se no le portiamo tutte da Cronio
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: mario55 - Febbraio 23, 2020, 07:56:25 pm
Nella mia ignoranza mi pare una buona idea, una strada che val la pena di esplorare.

Ovviamente, adesso mi astengo di fare qualsiasi commento, sarebbe oltre che prematuro anche fuori luogo, commentare un progetto appena annunciato di cui conosciamo ancora troppo poco non ha senso.

Mario55
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: dino - Febbraio 24, 2020, 06:38:06 am
Codivido Ruotesgonfie sui prezzi e anche di piu' se fatti da professionisti...

D   [:hello]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Gianluca - Febbraio 24, 2020, 10:43:08 am
No Gianluca, sarà proprio così: recuperare tutto il recuperabile, chiaro che vale sulle parti funzionanti/ripristinabili che abbiano un aspetto ragionevole.
Meglio una "pancia" in acciaio, ripassata dal lattoniere e dal battilastra che magari richiede tre ore di lavoro che una in vetroresina.

Intendo questo.

Maurizio, io sono davvero felice di questo progetto e spero proprio che vada in porto, come merita.
Chiariremo la questione di persona o a voce ma, se accetti un consiglio, non eludere domande con risposte banali.
Non far subito diventare antipatica una cosa che ha potenzialità enormi...

Meglio un: "ancora non abbiamo messo a punto questo aspetto, a breve aggiornamenti".


Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Martini - Febbraio 24, 2020, 11:10:55 am
No, Gianluca, è esattamente come ti ho scritto.
Gli interventi saranno fisicamente fatti da quelle che inizialmente saranno tre officine (l'elenco a fine marzo) che coprono l'arco ovest-est del Nord Italia, altre inizieranno la fase di test nei prossimi mesi. Queste officine lavoreranno seguendo un protocollo che parla espressamente di recupero delle parti esistenti ove possibile. Se vuoi un esempio pratico, posso farti quello delle plastiche dei fari posteriori. Per i modelli Confort antecedenti il '71, si trovano nuove, originali e bellissime. quelle dei modelli Pallas e degli anni successivi non si trovano facilmente (solo "scampoli") quindi o sono recuperabili quelle montate o bisogna, giocoforza, montare quelle rifatte che non sono affatto perfette.
Un interno in cuoio, se ben conservato, si tratta per farlo tornare morbido e si "salva", altrimenti viene rifatto con pellami simili (praticamente identici) agli originali.
Invece, altre cose necessarie per la sicurezza, si cambiano a prescindere. Un esempio? Piastre frenanti, ganasce, dischi (se piegati/consunti), pneumatici si cambiano.

Poi (e rispondo sui costi) tutto viene inserito nel capitolato che costituisce il preventivo. Ogni lavorazione ha un codice che corrisponde ad un tempario, il costo di mano d'opera è uguale per tutte le officine, idem il tempario. Questo si applica ai tagliandi ed ai restauri totali.
Il cliente sa quanto spende prima di firmare il contratto o prima di portare l'auto per il tagliando.
Gli imprevisti (rottura di un prigioniero, ad esempio) sono a carico della rete DS.h, i "fuori capitolato" (ad esempio un motore che sembrava ottimo ed è invece da rifare) vengono trattati di volta in volta con accordi specifici (ma si preferiesce metterci una settimana in più a fare il capitolato e non dover poi discutere nulla). Infine, certe operazioni hanno un costo standard: per rifare un telaio, il prezzo è quello indipendentemente dalle condizioni di partenza: il tempo per smontare e rimontare tutto, cambia di poco, il trattamento del metallo è lo stesso.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Vito - Febbraio 24, 2020, 11:55:59 am
Ottima specifica, Maurizio, se ho capito bene le officine che aderiscono a questo progetto, dovranno attenersi al tempario stilato da voi ?
Positivo anche che il cliente saprà prima (chiaramente escluso varie ed eventuali) quanto gli costerà la prestazione.
Perchè, non vorrei tediarvi, ma nessuno non discuto su  quello che è il costo orario della prestazione, ma le ore fatturate per un lavoro, che magari si esegue in due ore e viene fatturato venti volte tanto.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Martini - Febbraio 24, 2020, 12:06:27 pm
Il tempario l'abbiamo preparato anni fa proprio come IDéeSse Club ed è stato ridiscusso con vari esperti del settore dal nostro Vicepresidente nell'ottica di impiegarlo in un accordo analogo. Per certe operazioni è "generoso", per altre è stretto, ma tutti quelli che l'hanno analizzato concordano sul fatto che è realistico.
In ogni caso, nel preventivo sarà dettagliata la mano d'opera ed il codice operazione di ogni intervento, perfino nei tagliandi che avranno lo stesso costo ovunque, dato dalla somma del costo della mano d'opera e dei materiali.

Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Pietro Diabolik - Febbraio 24, 2020, 01:41:46 pm
Bella iniziativa.per curiosita' quanto costa all'ora la mano d'opera?Se uno deve fare cambio olio motore + filtro quanto viene a spendere?(giusto per citare un'operazione di routine)
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Martini - Febbraio 24, 2020, 03:19:15 pm
Non so quanto sia la tariffa oraria di DSh, chiaro che sarà qualcosa di simile (se non proprio quella) della tariffa oraria esposta nelle officine, (mi pare una trentina di euro all'ora), quello che è certo è che il cambio del filtro dell'olio (e dell'olio, evidentemente) comporta 0,30 ore (tradotto in minuti fanno 18 minuti) che includono il cambio dei gommini della scatola filtro, fatto d'ufficio.
L'olio motore utilizzato da DS.h è il 20W50 Motul, minerale a media detergenza, i filtri sono i Purflux analoghi agli originali dell'epoca.

I tagliandi riportano tutti il totale di mano d'opera necessaria all'esecuzione, diversa a seconda del modello (iniezione o carburatore) o uguale in caso di equivalenza.
Un tagliando completo di lubrificazione comporta 2,25 ore di mano d'opera, però comprende:
Cambio olio
Cambio filtro olio
Pulizia refrigeratore olio (IE)
Pulizia filtro aria
Pulizia alette radiatore acqua
Verifica tensione cinghie
Verifica livello olio cambio (e rabbocco)
Ingrassaggio trasmissioni
Ingrassaggio barre antirullio
Pulizia filtro liquido idraulico
Verifica tenuta raccodi circuito idraulico
Lubrificazione compressore trombe
Pulizia morsetti batteria e lubrificazione feltri
Controllo elettrolita.

Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: dino - Aprile 05, 2020, 08:09:03 am
No, Gianluca, è esattamente come ti ho scritto.
Gli interventi saranno fisicamente fatti da quelle che inizialmente saranno tre officine (l'elenco a fine marzo) che coprono l'arco ovest-est del Nord Italia, altre inizieranno la fase di test nei prossimi mesi. Queste officine lavoreranno seguendo un protocollo che parla espressamente di recupero delle parti esistenti ove possibile. Se vuoi un esempio pratico, posso farti quello delle plastiche dei fari posteriori. Per i modelli Confort antecedenti il '71, si trovano nuove, originali e bellissime. quelle dei modelli Pallas e degli anni successivi non si trovano facilmente (solo "scampoli") quindi o sono recuperabili quelle montate o bisogna, giocoforza, montare quelle rifatte che non sono affatto perfette.
Un interno in cuoio, se ben conservato, si tratta per farlo tornare morbido e si "salva", altrimenti viene rifatto con pellami simili (praticamente identici) agli originali.
Invece, altre cose necessarie per la sicurezza, si cambiano a prescindere. Un esempio? Piastre frenanti, ganasce, dischi (se piegati/consunti), pneumatici si cambiano.

Poi (e rispondo sui costi) tutto viene inserito nel capitolato che costituisce il preventivo. Ogni lavorazione ha un codice che corrisponde ad un tempario, il costo di mano d'opera è uguale per tutte le officine, idem il tempario. Questo si applica ai tagliandi ed ai restauri totali.
Il cliente sa quanto spende prima di firmare il contratto o prima di portare l'auto per il tagliando.
Gli imprevisti (rottura di un prigioniero, ad esempio) sono a carico della rete DS.h, i "fuori capitolato" (ad esempio un motore che sembrava ottimo ed è invece da rifare) vengono trattati di volta in volta con accordi specifici (ma si preferiesce metterci una settimana in più a fare il capitolato e non dover poi discutere nulla). Infine, certe operazioni hanno un costo standard: per rifare un telaio, il prezzo è quello indipendentemente dalle condizioni di partenza: il tempo per smontare e rimontare tutto, cambia di poco, il trattamento del metallo è lo stesso.


Chiedevo notizie riguardo l' elenco.....

Grazie

D  [:hello]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: MarioCX - Aprile 05, 2020, 10:21:08 am
Prima però metti giù la pistola.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: SCARABEO - Aprile 05, 2020, 11:40:12 am
Uno con la pistola non direbbe "Grazie".... [;)]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Martini - Aprile 05, 2020, 11:44:11 am
Al momento è tutto fermo. Avevamo appuntamenti con alcune officine per siglare l'accordo di collaborazione, ma è difficilino muoversi, quindi se ne riparla più avanti.  [:hello]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: haiede - Aprile 05, 2020, 11:52:32 am
Convenientissimo......in 18 minuti, bisogna: far salire la macchina sul ponte (scaricare l'olio magari da caldo con il rischio di scottarsi, aprire il coperchio filtro, rimuovere i residui della vecchia guarnizione, aprire la tazza del filtro, lavarla, rimuovere le tenute interne ed i vecchi gommini secchi e piazzare i nuovi, pulire tutti i gocciolamenti, piazzare il filtro e relativa scatola, piazzare guarnizione e coperchio del filtro, tappo olio e guarnizione nuova , far scendere la macchina, immettere olio nuovo, avviare, controllare il livello e rabboccare eventualmente............tutto questo per circa 9 Eu......assolutamente non c'è male!
Esistendo TOTAL come lubrificante di elezione in quelle specifiche gradazioni, mi domando se la scelta di MOTUL sia di natura tecnica o commerciale.
 [:hello]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Martini - Aprile 05, 2020, 12:10:24 pm
E' frutto di esperienza. DSh non obbliga nessuna officina a prendere da lei i prodotti, ne garantisce solo la disponibilità e li raggruppa in kit, ma se l'officina preferisce usare il suo fornitore, non c'è problema.
DSh garantisce il protocollo e i prodotti, lo standard insomma. Poi dove l'officina compra i prodotti è una scelta dell'officina stessa.
Idem la fatturazione dei tagliandi e delle manutenzioni ordinarie: è l'officina che fattura al cliente e DSh non c'entra minimamente, se non nel fatto che riceve una scheda dall'officina ed aggiorna la storia manutentiva della vettura, storia disponibile per tutte le officine della rete.
Le segnalazioni di criticità o di problemi e la storia della manutenzione del veicolo sono così disponibili per tutti coloro della rete che saranno chiamati a metterci le mani. Lavori posticipati potranno essere programmati e preventivati con cura eccetera eccetera.

Diverso il discorso degli interventi straordinari o dei restauri. Lì il rapporto è tra il Cliente e DSh, è DSh che preventiva e fattura e fa svolgere i lavori ai diversi collaboratori in funzione di quello che c'è da fare.
Ma tutto parte da una relazione ed un preventivo che parte del contratto di lavorazione.

Haiede, è un sistema di lavoro nuovo, se funzionerà o meno, lo scopriremo quando il meccanismo si metterà in moto conto terzi.
I lavori di test hanno funzionato.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: haiede - Aprile 05, 2020, 12:21:06 pm
Bene.....il rapporto con il cliente deve giustamente essere professionale in primo luogo ma anche fiduciario: non va taciuto nulla di ciò che si prospetta da fare ed ancor meglio, se il cliente desidera, coinvolgerlo nelgli anvanzamenti dei lavori e nella risoluzione dei problemi.........vede la propria macchina rinascere!
 [:hello]
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Dalgmi - Aprile 05, 2020, 12:29:07 pm
Non so quanto sia la tariffa oraria di DSh, chiaro che sarà qualcosa di simile (se non proprio quella) della tariffa oraria esposta nelle officine, (mi pare una trentina di euro all'ora), quello che è certo è che il cambio del filtro dell'olio (e dell'olio, evidentemente) comporta 0,30 ore (tradotto in minuti fanno 18 minuti) che includono il cambio dei gommini della scatola filtro, fatto d'ufficio.
L'olio motore utilizzato da DS.h è il 20W50 Motul, minerale a media detergenza, i filtri sono i Purflux analoghi agli originali dell'epoca.

I tagliandi riportano tutti il totale di mano d'opera necessaria all'esecuzione, diversa a seconda del modello (iniezione o carburatore) o uguale in caso di equivalenza.
Un tagliando completo di lubrificazione comporta 2,25 ore di mano d'opera, però comprende:
Cambio olio
Cambio filtro olio
Pulizia refrigeratore olio (IE)
Pulizia filtro aria
Pulizia alette radiatore acqua
Verifica tensione cinghie
Verifica livello olio cambio (e rabbocco)
Ingrassaggio trasmissioni
Ingrassaggio barre antirullio
Pulizia filtro liquido idraulico
Verifica tenuta raccodi circuito idraulico
Lubrificazione compressore trombe
Pulizia morsetti batteria e lubrificazione feltri
Controllo elettrolita.

Se il costo è di 30€ circa L ora, come citato in qualche post prima, non sono tanto per i lavori sopra (meno di 70€)
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Martini - Aprile 05, 2020, 12:32:44 pm
Bene.....il rapporto con il cliente deve giustamente essere professionale in primo luogo ma anche fiduciario: non va taciuto nulla di ciò che si prospetta da fare ed ancor meglio, se il cliente desidera, coinvolgerlo nelgli anvanzamenti dei lavori e nella risoluzione dei problemi.........vede la propria macchina rinascere!
 [:hello]

Esatto! Quello è lo spirito.
Quello che stiamo provando a creare è un team si professionisti che lavoreranno insiseme, vedendosi una o due volte all'anno per aggiornamenti, scambio di opinioni e metodi di lavorazione, per rivedere errori nei tempari o nelle procedure e per condividere esperienza.
Potrebbe sembrare utopistico, ma l'Italia è grande e c'è davvero spazio per tutti.
Una cosa cui non ho accennato è una piattaforma software dove le officine possono condividere informazioni in tempo reale: tipo XXXX da Pordenone ha bisogno di una sonda di pressione per una DS21, YYYY ad Alessandria ne ha una sicuramente funzionante.
Ecco trovato il ricambio.

Il nostro protocollo suggerisce alle officine anche il montaggio di parti fornite dal Cliente, è chiaro che a quel punto la garanzia su pezzo e M.O. il Cliente deve darsela da solo.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: Martini - Aprile 05, 2020, 12:33:58 pm
Se il costo è di 30€ circa L ora, come citato in qualche post prima, non sono tanto per i lavori sopra (meno di 70€)

Il costo orario di mano d'opera varia da zona a zona, mi pare (ma chiedo aiuto ad Haide che certo lo sa) che sia la Camera di Commercio locale a stabilirlo.
Almeno credo, ma vi giuro che non sono io che curo questo aspetto dei protocolli.
Titolo: Re:Parte il progetto DS.h
Inserito da: haiede - Aprile 05, 2020, 02:01:17 pm
Si ci sono delle tebelle minime di per i vari codici di attività al di sotto delle quali non è consentito scendere.
Ovvio che non esistano tabelle analoghe per il massimo: li dipende dalla correttezza del professionista ma anche dalle zone geografiche: un Milano città avrà sicuramenti costi medi più alti che non un piccolo paese di provincia.

I valori medi per meccanici generici sono appunto da 28 a 35/37 Eu/h ........ ovviamente non vanno presi come riferimento quelli applicati ai veicoli moderni ne della rete del nostro marchio ne di altri marchi automobilistici........anche le blasonate PORSCHE o Mercedes (per citare 2 marchi ai quali il loro patrimonio storico e da sempre stato a cuore e non "riscoperto" in maniera postuma) hanno costi orari differenziati per le operazioni sulle storiche (più bassi) rispetto alle moderne.

Non facciamo poi paragoni assurdi del tipo "a miocuggino".......che potrebbe anche essere più bravo di un'officina ma che se segna 1 ora ogni 3 e fa il lavoro a tempo perso ed a minimi costi di pura cortesia non è un riferimento per nulla e nessuno: una struttura commerciale ha costi operativi importanti certi (non inventati o presunti) che incidono principalmente sul costo orario tanto più numerosi sono i dipendenti che prestano servizio..........ricordiamolo sempre prima di far partire la "lagna" o paragoni assurdi...........quello su cui NON SI DEVE transigere è la qualità del lavoro: o 18 minuti di cambio olio vanno benissimo cosi come un'ora con relative giustificazioni e spiegazioni di cosa si è fatto in più o meglio e ci si augura che non siano motivo di inutili polemiche ......... questo si che è cosa importante da entrambe le parti: come ho già detto il rapporto con chi segue le vecchiotte deve(dovrebbe) essere improntato su stima, fiducia e rispetto reciproco..........se solo uno degli elementi venisse meno, cambiare operatore dal lato cliente e lasciar perdere quel cliente dal lato officina........

Parere o forse anche esperienze......personali.
 [:hello]