L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale

  • 39 Risposte
  • 11886 Visite
*

Offline mickey

  • *****
  • 1.886
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #30 il: Febbraio 12, 2013, 05:12:16 pm »
Caro Matteo, in un mondo così variopinto scordati di avere l'unanimità: è pressochè impossibile ed in fondo è anche giusto che sia così.
L'iniziativa a mio parere rimane lodevole e comunque particolare, da la possibilità di analizzare la nostra passione anche in un'ottica un po' diversa rispetto al solito; a me pare qualcosa di decisamente interessante, poi ognuno si terrà  le sue opinioni in merito, ci mancherebbe altro.
Credo che nessuno abbia l'obbiettivo di diminuire gli incidenti stradali con questa iniziativa, almeno non direttamente: è solo e semplicemente l'ennesimo progetto per guardare la DS da altre angolazioni che non siano sempre le solite note oramai a tutti, oltre naturalmente al consueto piacere di stare un po' insieme.
Tra un po' dovrò partecipare (forse) ad un'interessante incontro a tema "le auto d'epoca ed il fisco": chiaro che magari a molti non fregherà una mazza - ma a molti altri sicuramente sì - ed è comunque anche lì la possibilità concreta di analizzare aspetti legati sempre alla nostra passione; certo,  magari per una volta non si parla di sfere ma si parla di costi delle auto e incidenze varie nel quotidiano delle famiglie, non mi pare il caso di gridare allo scandalo.
Per tutto il resto che ho letto sinceramente mi pare un po' ingeneroso dire che da un "club di auto d'epoca ci si aspetta altro", almeno per quello che vedo fare in questo club.
So che non dovrei essere io a dirlo, però mi pare che tra: serate, cene, filmati, dibattiti a tema, raduni, uscite editoriali, riviste e informative periodiche, convenzioni assicurative e varie altre, creazione di una club house a disposizione dei soci, tutto si possa dire fuorchè ci si aspetta altro da un club di auto storiche.
Magari volete che per il futuro si fissi appuntamenti al "buio" alla club house  al posto di iniziative come quelle proposte da Matteo????? Comunque ricordatevi che il club lo fanno i soci e gli aspiranti tali, i Consiglieri con i "loro credo e convinzioni" passano,  per cui massima disponibilità a capire ciò che effettivamente gradite di più, non si chiede altro.
Poi, e finisco,  non vedo cosa ci sia di male, se in mezzo a tanto, ogni tanto ci scappa - a margine di tutto -  l'iniziativa eccezionale a favore di chi ha avuto un destino meno fortunato.


Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #31 il: Febbraio 12, 2013, 05:44:47 pm »
Ed i continuo a pestare contro  [A:sob] >:D [(muro)] [(muoio)] [(ufff)]

Voglio un club che si occupi di Citroen DS e non di guarire i mali del mondo.

Di ONLUS e associazioni benefiche ce ne sono a bizzeffe.
Quando penso ai bambini, mi rivolgo all'UNICEF, per i terremotati c'è l'imbarazzo della scelta, ma quando penso all'IDeeSse vorrei solo parlare con persone che condividono la mia passione. Perchè quello è il momento in cui voglio parlare di idraulica, cofani aperti, interni e storia di Andrè.
Se iniziamo sulla china con le iniziative più disparate, come questa per la quale ho già espresso il dissenso, allora mi sento 'differente' e non più parte della compagnia.

Se c'è tempo e risorse da utilizzare, che vengano spese come sempre fu fatto nei raduni, nelle riviste di cui il club è sempre più avaro, nelle iniziative perchè le nostre amate possano continuare a circolare.
Oppure devo rifarmi allo statuto e dire semplicemente che vorrei che fosse seguito?


D' accordo con te Marco  [:hello] [:hello]

*

Offline SCARABEO

  • **********
  • 15.759
  • Ul paletò de legn el gà no i sacòcc
    • Il mio sito a Timor Est
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #32 il: Febbraio 12, 2013, 07:40:21 pm »


Caro Michey sai bene la stima che ho per te, ma questa volta l'unica frase del tuo intervento che condivido è questa:


Magari volete che per il futuro si fissi appuntamenti al "buio" alla club house  al posto di iniziative come quelle proposte da Matteo?????



Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #33 il: Febbraio 12, 2013, 10:35:05 pm »
condivido il pensiero di coloro che ritengono che sia un'iniziativa che lascia il tempo che trova e (probabilmente) spende soldi dei contribuenti europei con la tecnica "a cazzo" tanto non sono nostri, soprattutto in un momento come questo.

la sicurezza stradale non può essere attribuita in tale maniera alla responsabilità degli automobilisti come si evince dal video.

Perchè nel nostro paese si piantano migliaia di km di guard rail sui quali s'ammazzano e si mutilano/feriscono motociclisti da sempre? (e nessuno fa nulla)......
vabbè non ho voglia ed energia per dilungarmi in esempi a decine, volevo manifestare il mio dissenso e condividere l'idea della formattazione mentale preventiva che sempre più ci viene imposta del tipo: "tanto qualche colpevole c'è e allora vi inchiappettiamo tutti" (velox e cavilli vari per battere soldi)

l'unica cosa che ha in comune questa campagna e la ds è l'asfalto che li unisce stop.

con la medesima misura potremmo sostenere una campagna della croce rossa con una DSAMBULANCE.

Tutto ciò mi ricorda il mio benzinaio che vuol vendermi la SIM della total per telefonare, oppure le poste che ti vendono scolapasta e tv color e non sono più capaci a fare il loro mestiere!

ma ognuno faccia il suo mestiere và occupiamoci di DS. Il club dovrebbe essere un mezzo per Giocare(nel senso più alto del termine) per adulti, ma sempre Gioco deve rimanere.

...

Perchè non sosteniamo un'iniziativa per cui le auto storiche debbano attenersi al codice stradale dell'epoca in cui furono immatricolate e no a quello vigente?  [:crazy]  [:crazy] [:crazy] questo si sarebbe Roba seria!!!!!!!!!! :)
« Ultima modifica: Febbraio 12, 2013, 10:37:12 pm da leolupin »

*

Offline mickey

  • *****
  • 1.886
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #34 il: Febbraio 13, 2013, 01:42:52 am »

Caro Michey sai bene la stima che ho per te, ma questa volta l'unica frase del tuo intervento che condivido è questa:


Lo so Frank, e vale anche per me poichè ho sempre pensato che tu sia un vero fuoriclasse: sia quando guidi, sia quando partecipi costruttivo al forum che quando partecipi prendendo tutti per i fondelli con le tue battute e provocazioni oppure anche semplicemente quando sei a tavola con un gruppo di amici e riesci ad essere mai banale e scontato. [(su)]
Una volta tanto siamo lontani, ma pur non capendo il tuo punto di vista, ne apprezzo al solito schiettezza e sincerità.
Per il resto che dirvi, posso comprendere il desiderio tuo, di Citromarco, di Sidney, di Leolupin e di tanti altri che ho letto che vorrebbero un club che si occupi solo di Citroen DS e di giocare punto e basta.
Ci sta tutto, per carità; personalmente il club dei miei sogni è quello che sa offrire tanto ed oltre, ma soprattutto  qualcosa in più e di diverso.
Ho sempre apprezzato questo "piccolo mondo di adorabili matti" molto più per le sfumature  umane e sensibili che ho avuto modo di cogliere - anche e soprattutto extra DS -  piuttosto che per parlare giornate ed ore intere se sia meglio una Dsuper 5m o una 23IE semiautomatica.
O meglio, va benissimo anche quello ma in mezzo a tanto altro.
Per questo faccio molta molta fatica a capire come una iniziativa come quella di Havrais possa essere bollata come "fuori statuto" o "poco interessante".
Richiamo allo Statuto????!!!!
Bah,  forse è solo un problema mio di questi tempi: ammetto una certa insofferenza, devo solo capire se è una delusione passeggera come capita anche nelle più belle storie di passione, o se qualcosa si è rotto.
 [:hello]

Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #35 il: Febbraio 13, 2013, 09:36:15 am »
Aggiungo una mia opinione al tema, magari sarà utile in qualche modo:
penso che ancor prima di pensare a COME si guida, occorre prestare attenzione a CHI guida, e a CHI e COME permette che esistano autisti sulle strade.
Mi spiego meglio: parlo del fatto che i rinnovi delle patenti vengano affidati a soggetti privati, esponenti di interessi personali e privati: le autoscuole.
Siete tutti al corrente della qualità dei "piloti" che emerge dal rinnovo della patente, e dalla seria rigida etica che contraddistingue il personale che se ne occupa; il risultato qual'è? che il 99,999% dei richiedenti ottenga il rinnovo.
Se lo facesse la Motorizzazione civile, imparzialmente, ci sarebbe un solo risultato: meno patenti in giro, perchè tanta gente semplicemente non sa guidare.
Ma così facendo una lunga serie di interessi economici verrebbe intaccata.
Per me il discorso è semplicemente che tante patenti non avrebbero dovuto esser rilasciate, per palese mancanza di requisiti oggettivi, ed ancor peggio, non dovrebbero esser rinnovate, perchè se è vero che un neopatentato deve imparare (ovvero far dei-si spera piccoli-danni), non è tollerabile l'incapacità dopo 20 anni di guida.
Si verifica che il primo esame, in un certo senso meno "serio" perchè cosa si vuol pretendere da uno alle prime armi, venga visto come il muro insormontabile dal neopatentando, ed effettuato dalla rigida Motorizzazione, invece i rinnovi, che dovrebbero vagliare la capacità acquisita - o meno - con l'esperienza, diventino una formalità quasi automatica. E' tutto al contrario, in particolare il fatto che l'esame è divenuto un test di comprensione grammaticale.
Per quanto riguarda poi l'intervenire del Club, sono maggiormente dalla parte che si occupi strettamente di DS e raduni, a meno che (come immagino e spero) questa non sia una forma di accedere a finanziamenti europei che si tramutino in pseudo-raduni con anche le finalità didattiche di cui all'inizio del topic.
 [:hello]
« Ultima modifica: Febbraio 13, 2013, 09:47:04 am da Ivo Freloni »
" sans le Beau, la vie serait une erreur "
" senza la Bellezza, la vita sarebbe un errore " Nietzsche

Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #36 il: Febbraio 13, 2013, 12:44:10 pm »
Solo due piccole precisazioni riguardo a due temi che sono stati sollevati, in particolare i finanziamenti e la coerenza con lo Statuto.

L’investimento, nostro ed europeo, è pari a zero, poiché tutto si svolge all’interno di attività che il club già porta avanti e non aggraverà niente e nessuno, se non il tempo che dedicheremo a questo lavoro, tempo nostro e comunque non retribuito.
Quanto allo Statuto, esso non dice in nessuna sua parte che il club non ha facoltà di portare avanti programmi del genere. L’insofferenza al rispetto della legge e del civile modo di comportarsi è un problema dei singoli, non dell’associazione.

Se il club ha come scopo statutario la promozione del restauro e dell’originalità delle DS (per noi un valore), non perseguiamo mica chi decidesse domani di verniciare di rosa la sua balena. Allo stesso modo, non multiamo i Soci che superano i limiti di velocità, lasciando all’autovelox tale compito ma possiamo farci carico -quando ve ne sia la libera intenzione- di un nostro dovere civico ed etico, quello di favorire un comportamento corretto al volante e una maggiore sensibilità a tematiche tanto ampie quanto attuali.

Per il resto, come ho già detto, liberi tutti.

 [:hello]
"La route doit redevenir pour l'automobiliste, à la fin du XX siècle, ce qu'était le chemin pour le piéton ou le cavalier: un itinéraire que l'on emprunte sans se hâter, pour se distraire et voir la France." (Georges Pompidou)

*

Offline Andrea

  • ******
  • 6.908
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #37 il: Febbraio 13, 2013, 04:05:22 pm »
Mi viene in mente quando la Lancia pensò al "Lancia Cavalleria" ...




*

Offline IDcronio

  • ******
  • 14.882
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #38 il: Febbraio 15, 2013, 02:54:24 pm »
.....

NON ADERIRÒ  M A I ad una campagna del genere.   M A I 

Anzi, sono proprio questi lavaggi statali del cervello che mi fanno incazzare oltre misura.



Però questo: http://www.aci.it/laci/la-federazione/iniziative-e-progetti/3000-automobilisti-stranieri-ambasciatori-di-sicurezza-stradale.html potrebbe piacerti!

Pensa!....diverresti: Ambasciatore di Sicurezza Stradale

 [:fiu]

*

Offline CICCIO

  • *****
  • 2.967
Re: L'IDéeSse Club aderisce al Programma Europeo per la Sicurezza Stradale
« Risposta #39 il: Maggio 06, 2013, 09:54:37 pm »



Anche ad autorevoli personaggi piace il Programma Europeo per la Sicurezza Stradale a cui aderisce l'IDéeSse Club




Prof. Domenico Laforgia Rettore Università del Salento http://www.unisalento.it/web/guest/rettore





Ing. Angelo Sticchi Damiani Vicepresidente F.I.A.  http://www.fia.com/

Presidente nazionale A.C.I. http://www.aci.it/ 



« Ultima modifica: Maggio 06, 2013, 09:57:17 pm da CICCIO »