"Convivere con una Dea" prende forma.

  • 238 Risposte
  • 5759 Visite
*

Offline Martini

  • **********
  • 14.765
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:"Convivere con una Dea" prende forma.
« Risposta #30 il: Marzo 30, 2020, 12:54:28 pm »
Sì, bell'iDEA.
La "Prefazione già m'incuriosisce.
Anche la scelta del titolo....


Si sarebbe potuto aprire un concorso d'idee sul forum per il titolo  [;)]
Tipo:
DEA...ex MACCHINA !  ;D ;D ;D ;D

Volevate il concorso di idee? Eccolo!

Alla fine del capitolo "guida della DS", abbiamo deciso di aggiungere (tempo c'è…) uno stupidario che raccolga le fesserie sentite in giro sulla guida delle DS e sulle DS in generale. Io ho scritto una paginetta e mezzo di idiozie, ne avete altre?
Il libro è indirizzato anche ai neofiti e preferisco scrivere una riga in più che vedere gente che in autostrada abbassa la macchina perché pensa che così è più aerodinamica…
 




Colgo l'occasione per ringraziare i nostri beta-reader che hanno contribuito davvero tanto a questo volumotto (alla fine, sfioriamo le 300 pagine!): Citromarco, che ha scritto anche un'intera appendice dedicata all'iniezione elettronica della DS (bello soprattutto lo stile ;D), Julius Goldman, dalla Germania (ma che parla un eccellente italiano) con la sua esperienza sulle fabbriche ed i procedimenti di lavorazione Citroën, Walter Brugnotti che ha impostato con noi lo stile colloquiale ed informale che sostiene l'intero lavoro, GianluHino Salvini che s'è sciroppato cinque o sei versioni del mattone e mia figlia Emilia che, causa quarantena, ha dovuto sciropparsi suo padre per tutta la correzione OrRografico-Drammaticale del volume.
Un consiglio a voi futuri scrittori: non coinvolgete MAI una studentessa in lettere (antiche, per giunta) nello spulciamento di un testo: ne uscirete più scemi di come vi siete entrati.



*

Offline haiede

  • ******
  • 6.515
Re:"Convivere con una Dea" prende forma.
« Risposta #31 il: Marzo 30, 2020, 01:33:22 pm »
Quando è previsto che venga dato alle stamperia?......in quante copie circa iniziali?
Grazie
 [:hello]
Dodo

*

Offline MarioCX

  • ******
  • 3.079
    • http://www.cxclub.it
Re:"Convivere con una Dea" prende forma.
« Risposta #32 il: Marzo 30, 2020, 01:45:02 pm »
Beh...l'ultima DS Cabrio è documentato sia stata costruita da Chapron nel 1978.
Blu Delta mi pare, su motorizzazione 23 i.e. e senza particolari arzigogoli, ma ispirandosi in tutto e per tutto alle "normali" cabrio d'usine con la sola ovvia eccezione degli aggiornamenti all'ultima DS: maniglie ad incasso e volante mousse.
C'è la foto sul Grand Livre mi pare.
Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. Oscar Wilde (Dublino 1854 - Parigi 1900)

*

Offline SCARABEO

  • **********
  • 17.335
  • Ul paletò de legn el gà no i sacòcc
    • Le mie Citroën
Re:"Convivere con una Dea" prende forma.
« Risposta #33 il: Marzo 30, 2020, 02:11:30 pm »
Credo che la Signora Chapron abbia firmato più autentiche di un notaio di New York.
Si è sempre detto, fin da tempi non sospetti, che le Cabrio Usine originali ma con le maniglie ad incasso fossero solamente 3.
Poi ne son comparse altre con tanto di firma della Signora che ricordava benissimo quella speciale fatta dal marito .... sul letto di morte !  [A:mai] [A:mai] [A:mai]

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.765
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:"Convivere con una Dea" prende forma.
« Risposta #34 il: Marzo 30, 2020, 02:27:15 pm »
Si, è come dice Ska, ma è altrettanto vero che quella a cui si riferisce Mario è l'unica su cui ci sia una certa documentazione.
Ma non è una Cabriolet Usine: è una berlina segata, da chapron, sì, ma una berlina segata.
La cabrio aveva un telaio speciale e solo quelle sono "Cabrio Usine", le altre sono trasformazioni (e sono 3, non 30.000).

*

Offline MarioCX

  • ******
  • 3.079
    • http://www.cxclub.it
Re:"Convivere con una Dea" prende forma.
« Risposta #35 il: Marzo 30, 2020, 02:59:37 pm »
Per capirci è  quella (non blu delta forse blu d'orient) che si trova alle pagg. 106 e 107 del Reynols ed in quarta di copertina.

Dalla didascalia: "The very last of the Citroen DS Cabriolet built to special order by Chapron using the chassis and mrcahnical of a Citroen DS 23 saloon (rather than a Break).
Ir was delivered to its present owner in 1978, exatly three years of the cessation of the DS production and well over six years after the Usune Cabriolet was officially deleted from the Citroen catalogue in 1971
."
Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. Oscar Wilde (Dublino 1854 - Parigi 1900)

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.765
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:"Convivere con una Dea" prende forma.
« Risposta #36 il: Marzo 30, 2020, 03:09:19 pm »
Per capirci è  quella (non blu delta forse blu d'orient) che si trova alle pagg. 106 e 107 del Reynols ed in quarta di copertina.

Dalla didascalia: "The very last of the Citroen DS Cabriolet built to special order by Chapron using the chassis and mrcahnical of a Citroen DS 23 saloon (rather than a Break).
Ir was delivered to its present owner in 1978, exatly three years of the cessation of the DS production and well over six years after the Usune Cabriolet was officially deleted from the Citroen catalogue in 1971
."

Esatto, e come dice John, è stata consegnata sei anni dopo che la Cabriolet Usine è stata tolta dal mercato.
Ma non è una Cabriolet Usine: primo, MAI Citroën avrebbe permesso di allestire una cabrio sulla base di una DS Confort da quando la Pallas è diventata disponibile, poi figuriamoci dopo l'uscita di produzione della DS: l'ordine era "non parliamone più". Di DS, figuriamoci di DS Cabriolet, è un mito che appartiene al passato.
Quando chiesi a Walter Brugnotti perché non fosse possibile parlare della DS, la risposta fu semplice ed assolutamente convincente: "perché questa è un'azienda con un grande futuro dietro le spalle". Era il 1999 o qualcosa del genere, poi arrivarono prodotti diversi, ma che nel loro genere non facevano più rimpiangere così tanto il passato e le cose cambiarono. Ma è tutta un'altra storia.

Allora: mi aiutate con lo stupidario o pensate sia abbastanza bravo da solo?

*

Offline Gianluca

  • ******
  • 8.862
Re:"Convivere con una Dea" prende forma.
« Risposta #37 il: Marzo 30, 2020, 03:18:33 pm »
Insomma, questa...



Strane le "borchie" NON Pallas...

Le masturbazioni cerebrali le lascio a chi è maturo al punto giusto, le mie canzoni voglio raccontarle a chi sa masturbarsi per il gusto...

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.765
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:"Convivere con una Dea" prende forma.
« Risposta #38 il: Marzo 30, 2020, 03:23:40 pm »
Esatto, e come dice John, è stata consegnata sei anni dopo che la Cabriolet Usine è stata tolta dal mercato.
Ma non è una Cabriolet Usine: primo, MAI Citroën avrebbe permesso di allestire una cabrio sulla base di una DS Confort da quando la Pallas è diventata disponibile, poi figuriamoci dopo l'uscita di produzione della DS: l'ordine era "non parliamone più". Di DS, figuriamoci di DS Cabriolet, è un mito che appartiene al passato.
Quando chiesi a Walter Brugnotti perché non fosse possibile parlare della DS, la risposta fu semplice ed assolutamente convincente: "perché questa è un'azienda con un grande futuro dietro le spalle". Era il 1999 o qualcosa del genere, poi arrivarono prodotti diversi, ma che nel loro genere non facevano più rimpiangere così tanto il passato e le cose cambiarono. Ma è tutta un'altra storia.

Allora: mi aiutate con lo stupidario o pensate sia abbastanza bravo da solo?

Quella Cabriolet è stata fatta nel '78 da Chapron (dalla sua carrozzeria, giacché lui aveva 92 anni e morì nel maggio di quell'anno) per un cliente che voleva una Cabrio nuova ed aveva una berlina delle ultime prodotte, confort, come si vede dai dettagli.
Ma Chapron, sua figlia e la carrozzeria che ancora esisteva, avrebbe fatto anche i ciuchi volanti di cui allo stupidario, se il cliente avesse pagato abbastanza. Il suo rapporto con Citroën terminò nel 1971, tutto ciò che è stato fatto dopo (o prima, salvo sui telai che il costruttore gli ha concesso) è opera della sua fantasia e frutto dei franchi pagati dai Clienti.

*

Offline MarioCX

  • ******
  • 3.079
    • http://www.cxclub.it
Re:"Convivere con una Dea" prende forma.
« Risposta #39 il: Marzo 30, 2020, 03:27:59 pm »

Quando chiesi a Walter Brugnotti perché non fosse possibile parlare della DS, la risposta fu semplice ed assolutamente convincente: "perché questa è un'azienda con un grande futuro dietro le spalle". Era il 1999 o qualcosa del genere, poi arrivarono prodotti diversi, ma che nel loro genere non facevano più rimpiangere così tanto il passato e le cose cambiarono. Ma è tutta un'altra storia.

Allora: mi aiutate con lo stupidario o pensate sia abbastanza bravo da solo?

Ti rendi conto vero dell'occasione che mi hai messo su un piatto non d'argento, non d'oro, ma di platino?
Non la coglierò, non mi piace vincere facile.
« Ultima modifica: Marzo 30, 2020, 03:32:35 pm da MarioCX »
Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. Oscar Wilde (Dublino 1854 - Parigi 1900)

*

Offline Gianluca

  • ******
  • 8.862
Re:"Convivere con una Dea" prende forma.
« Risposta #40 il: Marzo 30, 2020, 03:30:32 pm »
Si, si ho letto dopo...

Interessante una Cabrio bifaro su base confort....Come mettersi la cravatta sul pigiama....Senza offesa per le confort, ci mancherebbe altro....Ma sono esercizi di "stile" che non comprendo. Non sono perplesso sulle DS confort, sono perplesso su una Cabrio "postuma" fatta su base Confort...Molto perplesso.

Le masturbazioni cerebrali le lascio a chi è maturo al punto giusto, le mie canzoni voglio raccontarle a chi sa masturbarsi per il gusto...

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.765
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:"Convivere con una Dea" prende forma.
« Risposta #41 il: Marzo 30, 2020, 03:35:17 pm »
Ti rendi conto vero dell'occasione che mi hai messo su un piatto non d'argento, non d'oro, ma di platino?
Non la coglierò, non mi piace vincere facile.


Mario, l'ho raccontata tutta questa storia, più volte, la prima in un'intervista che feci proprio a Walter per l'IDéeSse InForma nel lontano 2000...
Non è un mistero: io stesso ho lavorato "nell'ombra" per ricostruire l'archivio quando uno come Calvet avrebbe volentieri buttato via anche me.
Fu solo con Satinet e Folz che si ricominciò a parlare di storia e fortunatamente non s'è mai smesso.
Giusto per dire, in una settimana che sono a casa, ho scritto tre comunicati stampa sulla storia: uno sui sedili di Citroën (e su Bertoni ed il design), uno sui rally africani di SM e DS ed uno sui motori Diesel Citroën.

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.765
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:"Convivere con una Dea" prende forma.
« Risposta #42 il: Marzo 30, 2020, 03:39:14 pm »
Si, si ho letto dopo...

Interessante una Cabrio bifaro su base confort....Come mettersi la cravatta sul pigiama....Senza offesa per le confort, ci mancherebbe altro....Ma sono esercizi di "stile" che non comprendo. Non sono perplesso sulle DS confort, sono perplesso su una Cabrio "postuma" fatta su base Confort...Molto perplesso.

E io che ho detto?
Per la cronaca, era Bleu Royale, una delle tinte preferite da Chapron.

Ma non è una Cabrio Usine: è uno scherzo della natura che ha un valore storico particolare perché fatta da una delle due parti che le costruivano all'epoca. Una delle due perché Citroën non c'entra nulla: se il signor Rossi portasse in Italia quella macchina e ci chiedesse le caratteristiche tecniche, per noi sarebbe una berlina a quattro porte e sei posti.

*

Offline MarioCX

  • ******
  • 3.079
    • http://www.cxclub.it
Re:"Convivere con una Dea" prende forma.
« Risposta #43 il: Marzo 30, 2020, 03:42:48 pm »
Forse devo spiegare la mia battuta.

Mi ha fatto ridere la contrapposizione tra l'affermazione che le Citroen degli anni '00 non avrebbero fatto rimpiangere il passato e la richiesta se puoi completare lo stupidario da solo la cui risposta, vista l'affermazione precedente, non poteva che essere: "vai tranquillo".

Anche se a ben vedere lo scenario odierno e ben più cupo di quello di vent'anni fa.
Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. Oscar Wilde (Dublino 1854 - Parigi 1900)

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.765
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:"Convivere con una Dea" prende forma.
« Risposta #44 il: Marzo 30, 2020, 03:55:08 pm »
No, ti prego, non anche qui…
Dai, cerca altre idiozie scritte o dette sulle DS: ho un libro da chiudere entro il 3 aprile...