Parte il progetto DS.h

  • 57 Risposte
  • 1265 Visite
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #45 il: Febbraio 24, 2020, 01:41:46 pm »
Bella iniziativa.per curiosita' quanto costa all'ora la mano d'opera?Se uno deve fare cambio olio motore + filtro quanto viene a spendere?(giusto per citare un'operazione di routine)
« Ultima modifica: Febbraio 24, 2020, 02:38:43 pm da Pietro Diabolik »

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.340
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #46 il: Febbraio 24, 2020, 03:19:15 pm »
Non so quanto sia la tariffa oraria di DSh, chiaro che sarà qualcosa di simile (se non proprio quella) della tariffa oraria esposta nelle officine, (mi pare una trentina di euro all'ora), quello che è certo è che il cambio del filtro dell'olio (e dell'olio, evidentemente) comporta 0,30 ore (tradotto in minuti fanno 18 minuti) che includono il cambio dei gommini della scatola filtro, fatto d'ufficio.
L'olio motore utilizzato da DS.h è il 20W50 Motul, minerale a media detergenza, i filtri sono i Purflux analoghi agli originali dell'epoca.

I tagliandi riportano tutti il totale di mano d'opera necessaria all'esecuzione, diversa a seconda del modello (iniezione o carburatore) o uguale in caso di equivalenza.
Un tagliando completo di lubrificazione comporta 2,25 ore di mano d'opera, però comprende:
Cambio olio
Cambio filtro olio
Pulizia refrigeratore olio (IE)
Pulizia filtro aria
Pulizia alette radiatore acqua
Verifica tensione cinghie
Verifica livello olio cambio (e rabbocco)
Ingrassaggio trasmissioni
Ingrassaggio barre antirullio
Pulizia filtro liquido idraulico
Verifica tenuta raccodi circuito idraulico
Lubrificazione compressore trombe
Pulizia morsetti batteria e lubrificazione feltri
Controllo elettrolita.


*

Offline dino

  • *****
  • 2.459
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #47 il: Ieri alle 08:09:03 am »
No, Gianluca, è esattamente come ti ho scritto.
Gli interventi saranno fisicamente fatti da quelle che inizialmente saranno tre officine (l'elenco a fine marzo) che coprono l'arco ovest-est del Nord Italia, altre inizieranno la fase di test nei prossimi mesi. Queste officine lavoreranno seguendo un protocollo che parla espressamente di recupero delle parti esistenti ove possibile. Se vuoi un esempio pratico, posso farti quello delle plastiche dei fari posteriori. Per i modelli Confort antecedenti il '71, si trovano nuove, originali e bellissime. quelle dei modelli Pallas e degli anni successivi non si trovano facilmente (solo "scampoli") quindi o sono recuperabili quelle montate o bisogna, giocoforza, montare quelle rifatte che non sono affatto perfette.
Un interno in cuoio, se ben conservato, si tratta per farlo tornare morbido e si "salva", altrimenti viene rifatto con pellami simili (praticamente identici) agli originali.
Invece, altre cose necessarie per la sicurezza, si cambiano a prescindere. Un esempio? Piastre frenanti, ganasce, dischi (se piegati/consunti), pneumatici si cambiano.

Poi (e rispondo sui costi) tutto viene inserito nel capitolato che costituisce il preventivo. Ogni lavorazione ha un codice che corrisponde ad un tempario, il costo di mano d'opera è uguale per tutte le officine, idem il tempario. Questo si applica ai tagliandi ed ai restauri totali.
Il cliente sa quanto spende prima di firmare il contratto o prima di portare l'auto per il tagliando.
Gli imprevisti (rottura di un prigioniero, ad esempio) sono a carico della rete DS.h, i "fuori capitolato" (ad esempio un motore che sembrava ottimo ed è invece da rifare) vengono trattati di volta in volta con accordi specifici (ma si preferiesce metterci una settimana in più a fare il capitolato e non dover poi discutere nulla). Infine, certe operazioni hanno un costo standard: per rifare un telaio, il prezzo è quello indipendentemente dalle condizioni di partenza: il tempo per smontare e rimontare tutto, cambia di poco, il trattamento del metallo è lo stesso.


Chiedevo notizie riguardo l' elenco.....

Grazie

[:hello]

*

Offline MarioCX

  • *****
  • 2.789
    • http://www.cxclub.it
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #48 il: Ieri alle 10:21:08 am »
Prima però metti giù la pistola.
Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. Oscar Wilde (Dublino 1854 - Parigi 1900)

*

Offline SCARABEO

  • **********
  • 17.053
  • Ul paletò de legn el gà no i sacòcc
    • Le mie Citroën
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #49 il: Ieri alle 11:40:12 am »
Uno con la pistola non direbbe "Grazie".... [;)]

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.340
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #50 il: Ieri alle 11:44:11 am »
Al momento è tutto fermo. Avevamo appuntamenti con alcune officine per siglare l'accordo di collaborazione, ma è difficilino muoversi, quindi se ne riparla più avanti.  [:hello]

*

Offline haiede

  • ******
  • 6.437
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #51 il: Ieri alle 11:52:32 am »
Convenientissimo......in 18 minuti, bisogna: far salire la macchina sul ponte (scaricare l'olio magari da caldo con il rischio di scottarsi, aprire il coperchio filtro, rimuovere i residui della vecchia guarnizione, aprire la tazza del filtro, lavarla, rimuovere le tenute interne ed i vecchi gommini secchi e piazzare i nuovi, pulire tutti i gocciolamenti, piazzare il filtro e relativa scatola, piazzare guarnizione e coperchio del filtro, tappo olio e guarnizione nuova , far scendere la macchina, immettere olio nuovo, avviare, controllare il livello e rabboccare eventualmente............tutto questo per circa 9 Eu......assolutamente non c'è male!
Esistendo TOTAL come lubrificante di elezione in quelle specifiche gradazioni, mi domando se la scelta di MOTUL sia di natura tecnica o commerciale.
 [:hello]
Dodo

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.340
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #52 il: Ieri alle 12:10:24 pm »
E' frutto di esperienza. DSh non obbliga nessuna officina a prendere da lei i prodotti, ne garantisce solo la disponibilità e li raggruppa in kit, ma se l'officina preferisce usare il suo fornitore, non c'è problema.
DSh garantisce il protocollo e i prodotti, lo standard insomma. Poi dove l'officina compra i prodotti è una scelta dell'officina stessa.
Idem la fatturazione dei tagliandi e delle manutenzioni ordinarie: è l'officina che fattura al cliente e DSh non c'entra minimamente, se non nel fatto che riceve una scheda dall'officina ed aggiorna la storia manutentiva della vettura, storia disponibile per tutte le officine della rete.
Le segnalazioni di criticità o di problemi e la storia della manutenzione del veicolo sono così disponibili per tutti coloro della rete che saranno chiamati a metterci le mani. Lavori posticipati potranno essere programmati e preventivati con cura eccetera eccetera.

Diverso il discorso degli interventi straordinari o dei restauri. Lì il rapporto è tra il Cliente e DSh, è DSh che preventiva e fattura e fa svolgere i lavori ai diversi collaboratori in funzione di quello che c'è da fare.
Ma tutto parte da una relazione ed un preventivo che parte del contratto di lavorazione.

Haiede, è un sistema di lavoro nuovo, se funzionerà o meno, lo scopriremo quando il meccanismo si metterà in moto conto terzi.
I lavori di test hanno funzionato.

*

Offline haiede

  • ******
  • 6.437
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #53 il: Ieri alle 12:21:06 pm »
Bene.....il rapporto con il cliente deve giustamente essere professionale in primo luogo ma anche fiduciario: non va taciuto nulla di ciò che si prospetta da fare ed ancor meglio, se il cliente desidera, coinvolgerlo nelgli anvanzamenti dei lavori e nella risoluzione dei problemi.........vede la propria macchina rinascere!
 [:hello]
Dodo

Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #54 il: Ieri alle 12:29:07 pm »
Non so quanto sia la tariffa oraria di DSh, chiaro che sarà qualcosa di simile (se non proprio quella) della tariffa oraria esposta nelle officine, (mi pare una trentina di euro all'ora), quello che è certo è che il cambio del filtro dell'olio (e dell'olio, evidentemente) comporta 0,30 ore (tradotto in minuti fanno 18 minuti) che includono il cambio dei gommini della scatola filtro, fatto d'ufficio.
L'olio motore utilizzato da DS.h è il 20W50 Motul, minerale a media detergenza, i filtri sono i Purflux analoghi agli originali dell'epoca.

I tagliandi riportano tutti il totale di mano d'opera necessaria all'esecuzione, diversa a seconda del modello (iniezione o carburatore) o uguale in caso di equivalenza.
Un tagliando completo di lubrificazione comporta 2,25 ore di mano d'opera, però comprende:
Cambio olio
Cambio filtro olio
Pulizia refrigeratore olio (IE)
Pulizia filtro aria
Pulizia alette radiatore acqua
Verifica tensione cinghie
Verifica livello olio cambio (e rabbocco)
Ingrassaggio trasmissioni
Ingrassaggio barre antirullio
Pulizia filtro liquido idraulico
Verifica tenuta raccodi circuito idraulico
Lubrificazione compressore trombe
Pulizia morsetti batteria e lubrificazione feltri
Controllo elettrolita.

Se il costo è di 30€ circa L ora, come citato in qualche post prima, non sono tanto per i lavori sopra (meno di 70€)

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.340
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #55 il: Ieri alle 12:32:44 pm »
Bene.....il rapporto con il cliente deve giustamente essere professionale in primo luogo ma anche fiduciario: non va taciuto nulla di ciò che si prospetta da fare ed ancor meglio, se il cliente desidera, coinvolgerlo nelgli anvanzamenti dei lavori e nella risoluzione dei problemi.........vede la propria macchina rinascere!
 [:hello]

Esatto! Quello è lo spirito.
Quello che stiamo provando a creare è un team si professionisti che lavoreranno insiseme, vedendosi una o due volte all'anno per aggiornamenti, scambio di opinioni e metodi di lavorazione, per rivedere errori nei tempari o nelle procedure e per condividere esperienza.
Potrebbe sembrare utopistico, ma l'Italia è grande e c'è davvero spazio per tutti.
Una cosa cui non ho accennato è una piattaforma software dove le officine possono condividere informazioni in tempo reale: tipo XXXX da Pordenone ha bisogno di una sonda di pressione per una DS21, YYYY ad Alessandria ne ha una sicuramente funzionante.
Ecco trovato il ricambio.

Il nostro protocollo suggerisce alle officine anche il montaggio di parti fornite dal Cliente, è chiaro che a quel punto la garanzia su pezzo e M.O. il Cliente deve darsela da solo.

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.340
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #56 il: Ieri alle 12:33:58 pm »
Se il costo è di 30€ circa L ora, come citato in qualche post prima, non sono tanto per i lavori sopra (meno di 70€)

Il costo orario di mano d'opera varia da zona a zona, mi pare (ma chiedo aiuto ad Haide che certo lo sa) che sia la Camera di Commercio locale a stabilirlo.
Almeno credo, ma vi giuro che non sono io che curo questo aspetto dei protocolli.

*

Offline haiede

  • ******
  • 6.437
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #57 il: Ieri alle 02:01:17 pm »
Si ci sono delle tebelle minime di per i vari codici di attività al di sotto delle quali non è consentito scendere.
Ovvio che non esistano tabelle analoghe per il massimo: li dipende dalla correttezza del professionista ma anche dalle zone geografiche: un Milano città avrà sicuramenti costi medi più alti che non un piccolo paese di provincia.

I valori medi per meccanici generici sono appunto da 28 a 35/37 Eu/h ........ ovviamente non vanno presi come riferimento quelli applicati ai veicoli moderni ne della rete del nostro marchio ne di altri marchi automobilistici........anche le blasonate PORSCHE o Mercedes (per citare 2 marchi ai quali il loro patrimonio storico e da sempre stato a cuore e non "riscoperto" in maniera postuma) hanno costi orari differenziati per le operazioni sulle storiche (più bassi) rispetto alle moderne.

Non facciamo poi paragoni assurdi del tipo "a miocuggino".......che potrebbe anche essere più bravo di un'officina ma che se segna 1 ora ogni 3 e fa il lavoro a tempo perso ed a minimi costi di pura cortesia non è un riferimento per nulla e nessuno: una struttura commerciale ha costi operativi importanti certi (non inventati o presunti) che incidono principalmente sul costo orario tanto più numerosi sono i dipendenti che prestano servizio..........ricordiamolo sempre prima di far partire la "lagna" o paragoni assurdi...........quello su cui NON SI DEVE transigere è la qualità del lavoro: o 18 minuti di cambio olio vanno benissimo cosi come un'ora con relative giustificazioni e spiegazioni di cosa si è fatto in più o meglio e ci si augura che non siano motivo di inutili polemiche ......... questo si che è cosa importante da entrambe le parti: come ho già detto il rapporto con chi segue le vecchiotte deve(dovrebbe) essere improntato su stima, fiducia e rispetto reciproco..........se solo uno degli elementi venisse meno, cambiare operatore dal lato cliente e lasciar perdere quel cliente dal lato officina........

Parere o forse anche esperienze......personali.
 [:hello]
Dodo