Identificazione e numerini sulla DS

  • 140 Risposte
  • 1754 Visite
*

Offline roby3

  • *****
  • 2.468
Re:Identificazione e numerini sulla DS
« Risposta #105 il: Marzo 26, 2020, 08:08:59 pm »
Azz, mi si forniscono indicazioni false e fuorvianti, non mi ero accorto che le targhette le aveva postate Gianluca a titolo di esempio.
Allora tutto quello che ho scritto è valido per la ds di Franchino....
ROBERTO

*

Offline SCARABEO

  • **********
  • 17.062
  • Ul paletò de legn el gà no i sacòcc
    • Le mie Citroën
Re:Identificazione e numerini sulla DS
« Risposta #106 il: Marzo 26, 2020, 08:10:18 pm »
La tua ds è una 20 semiautomatica prodotta nel 1970 in Francia.
Siccome in quell'anno le matricole cominciano con 43 41301 e finiscono con 43 48018 verosimilmente è prodotta intorno a febbraio 1970... :) forse anche un pò prima....

In effetti é di febbraio 1970 !
Quando la comprai ricordo aver fotografato un pò tutte le etichette che avevo trovato.
Siccome l'auto non era mai stata restaurata si erano mantenute:









*

Offline Vito

  • ***
  • 219
Re:Identificazione e numerini sulla DS
« Risposta #107 il: Marzo 26, 2020, 08:21:01 pm »
No, scusate, vorrei capire (sempre se qualcuno sa, e me lo vuol dire ) cosa avrebbe il "gotha" contro i raduni "oceanici" ?
Dovremmo fare i raduni alla "pebble beach ", solo per proprietari con DS perfette, e proprietari danarosi, e solo su invito ?
A mio avviso i raduni "oceanici", sono quanto di più bello possa esistere !
Scusatemi, so benissimo che è fuori topic, ma non ho resistito, ho sempre odiato (e sempre odierò) i classismi !!

*

Offline Dorien Berteletti

  • ***
  • 203
  • Dorien
Re:Identificazione e numerini sulla DS
« Risposta #108 il: Marzo 26, 2020, 09:18:37 pm »
Cosa sarebbero i raduni "oceanici" ?
Dorien

*

Offline SCARABEO

  • **********
  • 17.062
  • Ul paletò de legn el gà no i sacòcc
    • Le mie Citroën
Re:Identificazione e numerini sulla DS
« Risposta #109 il: Marzo 26, 2020, 09:37:35 pm »

*

Offline Dorien Berteletti

  • ***
  • 203
  • Dorien
Re:Identificazione e numerini sulla DS
« Risposta #110 il: Marzo 26, 2020, 09:50:32 pm »
Bravo !!! Ecco perche' esiste la ruggine nelle nostre macchine...acqua salata di mare.
Dorien

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.347
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:Identificazione e numerini sulla DS
« Risposta #111 il: Marzo 26, 2020, 10:00:36 pm »
Suppongo (dico suppongo eh!) che Gianluca si riferisse alla questione emersa all'alba del Club e portata avanti negli anni sul significato di Club.
A quel tempo, nelle Galilee, dalle parti di Firenze, si discuteva abbastanza animatamente su cosa fosse meglio tra allargare il Club (e quindi gli eventi) a chiunque, a prescindere, o restare un gruppo limitato.
Ora, se Gianluca intendeva questo, ha sbagliato un tantino il tiro, perché (ci sono fior di testimoni) il duello tra chi diceva "100 e non più di 100" e "più ce ne sono, più ricevono il messaggio" tra un Consigliere fondatore ed il sottoscritto finì col Consigliere fondatore che mollò tutto (anche perché la passione per la DS era già finita) ed il sottoscritto che è qui dopo trent'anni.

Il tema fu subito esteso ai raduni: è meglio organizzare adunate da cento e passa persone o raduni più piccoli da quaranta persone al massimo?

La risposta iniziale fu "la seconda", magari facendone in ogni luogo d'Italia perché tutti possano prendervi parte. E così ha fatto l'IDéeSse che con 500 iscritti ha realizzato eventi per tutti i gusti a tutte le latitudini, anche grazie ad un gruppo di Consiglieri di ottimo spessore e supportando eventi promossi dai suoi Soci.
Anche del tipo "oceanico" e direi che Rimini sia l'esempio classico.

Ora vorrei dire che i due tipi di eventi possono benissimo coesistere, con l'uno che da valore all'altro, come dimostrano quasi dieci anni di raduni romagnoli  e trenta di eventi più piccoli ad ogni latitudine. E credo che nessuno possa smentire questa affermazione.

@Vito (che mi pare un tantino inacidito): non sei Soci del Club ed hai partecipato (come moltissimi) ad eventi IDéeSse un po' ovunque, non credo che nessuno ti abbia discriminato in maniera alcuna in nessuna occasione d'incontro. Nessuna. Se ritieni che ciò sia avvenuto, parliamone.
Altrimenti, per cortesia, smetti di usare termini come "gotha" perché qui non c'è e non c'è mai stato nessun tipo di discriminazione da parte del Club neanche verso chi Socio non lo è. Quindi se non c'è un "popolo" (perché non c'è), non c'è manco una "elite": come dissi trent'anni fa a chi diceva cento e non più du cento, meglio mille a cui trasmettere i valori della comunità IDéeSse.

Non ci crederai, ma se siamo qui a discuterne trent'anni dopo, beh, direi che ha funzionato ;)

*

Offline Dorien Berteletti

  • ***
  • 203
  • Dorien
Re:Identificazione e numerini sulla DS
« Risposta #112 il: Marzo 26, 2020, 10:33:59 pm »
Thanks...a good explanation!
Dorien

*

Offline Gianluca

  • ******
  • 8.686
Re:Identificazione e numerini sulla DS
« Risposta #113 il: Marzo 27, 2020, 10:15:26 am »
Suppongo (dico suppongo eh!) che Gianluca si riferisse alla questione emersa all'alba del Club e portata avanti negli anni sul significato di Club.
A quel tempo, nelle Galilee, dalle parti di Firenze, si discuteva abbastanza animatamente su cosa fosse meglio tra allargare il Club (e quindi gli eventi) a chiunque, a prescindere, o restare un gruppo limitato.
Ora, se Gianluca intendeva questo, ha sbagliato un tantino il tiro, perché (ci sono fior di testimoni) il duello tra chi diceva "100 e non più di 100" e "più ce ne sono, più ricevono il messaggio" tra un Consigliere fondatore ed il sottoscritto finì col Consigliere fondatore che mollò tutto (anche perché la passione per la DS era già finita) ed il sottoscritto che è qui dopo trent'anni.

Il tema fu subito esteso ai raduni: è meglio organizzare adunate da cento e passa persone o raduni più piccoli da quaranta persone al massimo?

La risposta iniziale fu "la seconda", magari facendone in ogni luogo d'Italia perché tutti possano prendervi parte. E così ha fatto l'IDéeSse che con 500 iscritti ha realizzato eventi per tutti i gusti a tutte le latitudini, anche grazie ad un gruppo di Consiglieri di ottimo spessore e supportando eventi promossi dai suoi Soci.
Anche del tipo "oceanico" e direi che Rimini sia l'esempio classico.

Ora vorrei dire che i due tipi di eventi possono benissimo coesistere, con l'uno che da valore all'altro, come dimostrano quasi dieci anni di raduni romagnoli  e trenta di eventi più piccoli ad ogni latitudine. E credo che nessuno possa smentire questa affermazione.


Alla domanda cosa sono i raduni oceanici bastava lasciar pedere oppure rispondere interpretando il vocabolario: sono i raduni ai quali partecipano tante persone. E invece hai voluto fare il solito pippone tirandomi in ballo, provando a farmi passare per il demente di turno nonostante ti avessi pregato, invitato a lasciar perdere....

Sei sfortunato Maurizio: io ho buona memoria e quando una cosa mi interessa, difficilmente dimentico eventi, aneddoti, sfaccettature, discorsi.

Nonostante io provassi (e provi) molto affetto e simpatia per il nostro ex presidente socio fondatore possessore di ID monofaro grigia, il direttivo storico del club ideesse ha sempre avuto questa sorta di spocchia antipatica che miscelava in un diabolico shaker la grandeur francese e il fatto che, tutto sommato, ai tempi i soci fossero qualche decina, forse cento. Non certo sufficienti a giustificare la spocchia che aleggiava e che permise al club addirittura di snobbare l'invito di Loi di ASI di diventare il riferimento Citroen per ASI. Diventare IL RIFERIMENTO CITROEN per ASI. E non mi venire a dire che furono i soci a decidere per il NO perché è una cazzata che è vera solo nelle carte.

Inizialmente partecipavo a tutti i raduni, ideesse e NON, ma quando partecipavo a raduni NON ideesse (ad esempio quello di Marchetti di Reggio Emilia - sono orgoglioso di essere stato uno dei partecipanti al suo raduno 0, quello di Ca del Bosco), notavo sempre numeri maggiori. E a voi questo ha sempre dato fastidio, tanto che una volta, spinto da NON so chi o cosa, Cerreti partecipò al raduno di Reggio Emilia ed ebbe il coraggio di dire AL MICROFONO, davanti a tutti (queste sono le testimonianze VERE) rivolgendosi a TUTTI che "Si, bel raduno ma noi preferiamo fare cose più intime". Il coraggio fatto persona !

In realtà era solo INVIDA, allo stato puro. Lo si percepiva in maniera palpabile e lo percepirono TUTTI.

Come mai nel "report" di ogni raduno citavate sempre e comunque il numero dei partecipanti e il numero della macchine se i grandi numeri NON vi interessavano ? Certo che vi interessavano ! Solo che non eravate capaci di aggregare le persone perché eravate (e siete) pieni di conoscenze, di segreti, di documentazione preziosa dai quali noi non potremmo mai prescindere (e per i quali sinceramente ringraziamo), ma vi è sempre mancata la capacità di aggregazione, l'empatia necessaria per stare in tanti attorno allo stesso tavolo.

Tranne quella ovvia e scontata proveniente dalla necessità di una tessera per l'assicurazione storica, naturalmente.

Questo comunità virtuale di amici non è nata grazie all'empatia di Cerreti & C. ma è nata da ben altro, poi ve la siete fatta vostra; il raduno di Rimini nasce dalla straordinaria simpatia e grandezza di Tosi (sempre sia lodato) non è certo nato da voi, voi ci siete arrivati dopo. Cosa dire poi dei tanti diessisti che gravitano in Italia e che non sono per niente collegati al club o al forum e che organizzano comunque raduni oceanici e iniziative interessanti e vengono costantemente "cacati zero" come se non esistessero ?

Perché continui a trattarmi come un demente visionario quando TU SAI che IO le cose le so e me le ricordo ?

Perché continuare a mandare in merda il topic continuando a punzecchiarmi ? Ti ho forse rigato la macchina e non me ne sono accorto ?

Vogliamo andare avanti per molto a tentare di screditarmi e farmi passare per falso o cretino oppure la finiamo qui per tornare a parlare di targhette ?
Le masturbazioni cerebrali le lascio a chi è maturo al punto giusto, le mie canzoni voglio raccontarle a chi sa masturbarsi per il gusto...

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.347
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:Identificazione e numerini sulla DS
« Risposta #114 il: Marzo 27, 2020, 11:33:09 am »
Gianluchino, speravo di essere stato chiaro ma evidentemente no.
Ci riprovo: il messaggio NON ERA destinato a te, con cui aspetto di chiarirmi dopo che avrai preso atto dell'errore in cui (secondo me) sei incorso.
E mi pare che eravamo d'accordo in questo senso. Anche de visu, se serve.

Io stavo rispondendo a chi chiedeva cosa sono i raduni oceanici e quanto avevo da dire in questo senso l'ho già espresso nel topic precedente.
I report con 12 macchine e 24 persone piacciono tanto a Sergio che per queste cose è un assoluto pragmatico, a me no.

Ma questo nulla c'entra con te se non nella definizione di "oceanico" e nel senso della tua citazione.
Giusto per chiarezza.

*

Offline Gianluca

  • ******
  • 8.686
Re:Identificazione e numerini sulla DS
« Risposta #115 il: Marzo 27, 2020, 11:43:27 am »
Gianluchino, speravo di essere stato chiaro ma evidentemente no.
Ci riprovo: il messaggio NON ERA destinato a te, con cui aspetto di chiarirmi dopo che avrai preso atto dell'errore in cui (secondo me) sei incorso.
E mi pare che eravamo d'accordo in questo senso. Anche de visu, se serve.
[...]

Mi pare invece che ti avevo chiesto di smetterla di mettermi in una situazione dove IO sono quello che sbaglia o capisce male e TU sei quello che non viene capito dai noi poveri stolti. Tu smettila di fare questo e io smetterò di dimostrarti con aneddoti - anche oceanici - che invece sei tu a voler rimestare sempre le carte, arrampicarti sugli specchi, fare le supercazzole (che ti ricordo nascono a Firenze, non certo ad Arezzo) per dimostrare di avere ragione.

Per l'ennesima volta: torniamo a parlare di targhette.

Le masturbazioni cerebrali le lascio a chi è maturo al punto giusto, le mie canzoni voglio raccontarle a chi sa masturbarsi per il gusto...

Re:Identificazione e numerini sulla DS
« Risposta #116 il: Marzo 27, 2020, 11:58:33 am »



*

Offline Martini

  • **********
  • 14.347
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:Identificazione e numerini sulla DS
« Risposta #117 il: Marzo 27, 2020, 12:08:05 pm »
Ciascuno ha i suoi limiti: io sarò zotico e affatto empatico. Probabilmente è vero.
Ma te pigli dei dirizzoni mica da ridere eh.

Si. E' inutile andare avanti qui e onestamente credo che abbiamo detto tutto quel che c'era da dire anche sulla placchetta col numero di scocca.

Quando vorrai chiarire 'sto inutile polverone, sai dove sono.

*

Offline Pernek

  • **
  • 108
Re:Identificazione e numerini sulla DS
« Risposta #118 il: Marzo 27, 2020, 03:15:45 pm »
Grazie per la info, avrei giurato che Aprile 74, fosse stata costruita nel 73, infatti ho le cinture senza arrotolatore ...
quindi, targhetta in carta ....e dove sarebbe dovuta essere????
MIO DIO, LA MIA DEA NON è MATCHING NUMBER !!!!
Sono distrutto! [:crazy] [:crazy] [:crazy] [:crazy]
Ciao,anch'io distrutto dalla mancanza della targhetta,pare che i fori ci siano anche senza la targhetta metallica,su Nuanciers si vedono anche targhette in carta e fori,anche sulla mia,DS20 N° di telaio 74 ma immatricolata 73 (anche qui un grande mistero,che gia avevo esposto in un'altro post) non vi e' traccia di targhetta ,ne carta ne metallo,ma fori presenti..
Certo che i francesi sono abili a complicare le cose, sono maestri,per me i numeri delle scocche non li forniscono perche' non li trovano..,scherzo altrimenti mi tiro addosso qualche maledizione.

*

Offline Gianluca

  • ******
  • 8.686
Re:Identificazione e numerini sulla DS
« Risposta #119 il: Marzo 27, 2020, 03:19:50 pm »
Ciao,anch'io distrutto dalla mancanza della targhetta,pare che i fori ci siano anche senza la targhetta metallica,su Nuanciers si vedono anche targhette in carta e fori,anche sulla mia,DS20 N° di telaio 74 ma immatricolata 73 (anche qui un grande mistero,che gia avevo esposto in un'altro post) non vi e' traccia di targhetta ,ne carta ne metallo,ma fori presenti..
Certo che i francesi sono abili a complicare le cose, sono maestri,per me i numeri delle scocche non li forniscono perche' non li trovano..,scherzo altrimenti mi tiro addosso qualche maledizione.

I fori credo ci siano per tutte...Non credo si siano messi a chiuderli per mettere la targhetta di carta.

Benvenuto nel club dei senza etichetta....

Le masturbazioni cerebrali le lascio a chi è maturo al punto giusto, le mie canzoni voglio raccontarle a chi sa masturbarsi per il gusto...