Banca Mediolanum e la Citroen DS

  • 79 Risposte
  • 16202 Visite
Re: Banca Mediolanum e la Citroen DS
« Risposta #60 il: Luglio 18, 2012, 07:20:17 pm »
Magari se la fa regalare...

Ed il tetto da verniciare nel colore giusto: gris nacré.

Magari trova un'azienda di vernici che gratis...

Caro Martini, dovresti sapere che a certi livelli le persone girano senza portafogli perchè è ritenuta cosa volgare. Ora abbiamo capito il motivo... [o:o:]

*

Offline ds20 1970

  • ****
  • 1.631
Re: Banca Mediolanum e la Citroen DS
« Risposta #61 il: Luglio 18, 2012, 07:21:03 pm »
Ed il tetto da verniciare nel colore giusto: gris nacré.

Magari trova un'azienda di vernici che gratis...
si bravo martini l'ho notato anche io il tetto mi sono solo dimenticato di citarlo ma il tetto non dovrebbe essere dello stesso colore della macchina che non è gris nacré ma se non sbaglio è Bleu Platine (metallizzato) AC632 prodotto solo nel 70-71
« Ultima modifica: Luglio 18, 2012, 07:29:12 pm da ds20 1970 »

*

Offline Martini

  • **********
  • 15.254
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re: Banca Mediolanum e la Citroen DS
« Risposta #62 il: Luglio 18, 2012, 07:40:06 pm »
Hai assolutamente ragione! Ho fantto confusione io. 'Sti tetti...  [(muro)]

Re: Banca Mediolanum e la Citroen DS
« Risposta #63 il: Luglio 18, 2012, 10:32:53 pm »
Io non farei una questione del signor a o del signor b o del signor c bancario. Voi conoscete bancari onesti?
Io no veramente, non credo che ci siano alti manager di banche ovunque collocate nel mondo che possano ritenersi onesti, appartengono a quella schiera di delinquenti del livello colletti bianchi. Gente che uccide, affama, droga, ricetta, ruba in punta di penna.
Penso all'affair Parmalat o i bond argentini, ai paradisi fiscali del centro america, al lussemburgo, alla svizzera, a san marino, alle banche d'affari americane che drogano i cambi del dollaro disponendo di somme pazzesche su cui giocare, senza parlare poi di cosa può avvenire sotto il cupolone, o banche che scalano testate giornalistiche per filtrare l'informazione e chi più ne ha più ne metta. (mentre scrivo in televisione stanno passando la storia dell'avvocato Ambrosoli...che ve lo dico affà!)
Una volta fare il bancario era un gioco da ragazzi, con l'inflazione tra il 15 e il 20% non ci voleva un gran cervello per moltiplicare capitali, ma oggi che il costo del denaro a livello mondiale è quasi zero riuscire a mantenere i costi di strutture elefantiache con spread dell'1 o 2% è impossibile e allora si gioca losco pur di galleggiare: vendi i debiti di una multinazionale o di uno stato in fallimento a poveri risparmiatori, pulisci il denaro sporco delle organizzazioni criminali, fai da cassaforte ad imprenditori disonesti, costruisci le banche d'affari dove inserisci le scatole cinesi delle ditte cartacee per far perdere le tracce delle transazioni ecc. ecc. ecc.
Insomma altro che il più pulito ha la rogna..........

*

Offline hal9000

  • ******
  • 5.030
  • La mia mente sta svanendo... giro giro tondo...
    • DEA da 50 anni
Re: Banca Mediolanum e la Citroen DS
« Risposta #64 il: Luglio 19, 2012, 10:42:42 am »
Io non farei una questione del signor a o del signor b o del signor c bancario. Voi conoscete bancari onesti?
Io no veramente, non credo che ci siano alti manager di banche ovunque collocate nel mondo che possano ritenersi onesti, appartengono a quella schiera di delinquenti del livello colletti bianchi. Gente che uccide, affama, droga, ricetta, ruba in punta di penna.
Penso all'affair Parmalat o i bond argentini, ai paradisi fiscali del centro america, al lussemburgo, alla svizzera, a san marino, alle banche d'affari americane che drogano i cambi del dollaro disponendo di somme pazzesche su cui giocare, senza parlare poi di cosa può avvenire sotto il cupolone, o banche che scalano testate giornalistiche per filtrare l'informazione e chi più ne ha più ne metta. (mentre scrivo in televisione stanno passando la storia dell'avvocato Ambrosoli...che ve lo dico affà!)
Una volta fare il bancario era un gioco da ragazzi, con l'inflazione tra il 15 e il 20% non ci voleva un gran cervello per moltiplicare capitali, ma oggi che il costo del denaro a livello mondiale è quasi zero riuscire a mantenere i costi di strutture elefantiache con spread dell'1 o 2% è impossibile e allora si gioca losco pur di galleggiare: vendi i debiti di una multinazionale o di uno stato in fallimento a poveri risparmiatori, pulisci il denaro sporco delle organizzazioni criminali, fai da cassaforte ad imprenditori disonesti, costruisci le banche d'affari dove inserisci le scatole cinesi delle ditte cartacee per far perdere le tracce delle transazioni ecc. ecc. ecc.
Insomma altro che il più pulito ha la rogna..........

 [:clap] [(birra)]

*

Offline rama59

  • ****
  • 1.190
Re: Banca Mediolanum e la Citroen DS
« Risposta #65 il: Luglio 19, 2012, 10:59:47 am »
Io non farei una questione del signor a o del signor b o del signor c bancario. Voi conoscete bancari onesti?
Io no veramente, non credo che ci siano alti manager di banche ovunque collocate nel mondo che possano ritenersi onesti, appartengono a quella schiera di delinquenti del livello colletti bianchi. Gente che uccide, affama, droga, ricetta, ruba in punta di penna.
Penso all'affair Parmalat o i bond argentini, ai paradisi fiscali del centro america, al lussemburgo, alla svizzera, a san marino, alle banche d'affari americane che drogano i cambi del dollaro disponendo di somme pazzesche su cui giocare, senza parlare poi di cosa può avvenire sotto il cupolone, o banche che scalano testate giornalistiche per filtrare l'informazione e chi più ne ha più ne metta. (mentre scrivo in televisione stanno passando la storia dell'avvocato Ambrosoli...che ve lo dico affà!)
Una volta fare il bancario era un gioco da ragazzi, con l'inflazione tra il 15 e il 20% non ci voleva un gran cervello per moltiplicare capitali, ma oggi che il costo del denaro a livello mondiale è quasi zero riuscire a mantenere i costi di strutture elefantiache con spread dell'1 o 2% è impossibile e allora si gioca losco pur di galleggiare: vendi i debiti di una multinazionale o di uno stato in fallimento a poveri risparmiatori, pulisci il denaro sporco delle organizzazioni criminali, fai da cassaforte ad imprenditori disonesti, costruisci le banche d'affari dove inserisci le scatole cinesi delle ditte cartacee per far perdere le tracce delle transazioni ecc. ecc. ecc.
Insomma altro che il più pulito ha la rogna..........
[(su)]
..i sogni si realizzano; senza questa possibilità, la natura non ci spingerebbe a farne.. J.U.
Giuseppe

*

Offline mecca

  • ****
  • 1.184
Re: Banca Mediolanum e la Citroen DS
« Risposta #66 il: Luglio 19, 2012, 03:25:52 pm »
Credo sia difficile che gli appartenenti a quell'entourage possano leggere questo forum fatto in prevalenza da gente di ogni ceto si, ma  semplice, disinteressata al dio denaro,di gente con passioni vere, con passioni come la DS appunto. Mi ripeterò pure ma.......vuoi mettere una DS con una ESCORT! Succhiano entrambe ma la prima non costa 7.000€ ad ogni uscita! [:D]
[:hap] [:hap] [:hap]

ccc di meccads, su Flickr
claudio

*

Offline stefano65

  • ****
  • 1.551
Re: Banca Mediolanum e la Citroen DS
« Risposta #67 il: Luglio 21, 2012, 08:53:00 pm »
Io non farei una questione del signor a o del signor b o del signor c bancario. Voi conoscete bancari onesti?
Io no veramente, non credo che ci siano alti manager di banche ovunque collocate nel mondo che possano ritenersi onesti, appartengono a quella schiera di delinquenti del livello colletti bianchi. Gente che uccide, affama, droga, ricetta, ruba in punta di penna.
Penso all'affair Parmalat o i bond argentini, ai paradisi fiscali del centro america, al lussemburgo, alla svizzera, a san marino, alle banche d'affari americane che drogano i cambi del dollaro disponendo di somme pazzesche su cui giocare, senza parlare poi di cosa può avvenire sotto il cupolone, o banche che scalano testate giornalistiche per filtrare l'informazione e chi più ne ha più ne metta. (mentre scrivo in televisione stanno passando la storia dell'avvocato Ambrosoli...che ve lo dico affà!)
Una volta fare il bancario era un gioco da ragazzi, con l'inflazione tra il 15 e il 20% non ci voleva un gran cervello per moltiplicare capitali, ma oggi che il costo del denaro a livello mondiale è quasi zero riuscire a mantenere i costi di strutture elefantiache con spread dell'1 o 2% è impossibile e allora si gioca losco pur di galleggiare: vendi i debiti di una multinazionale o di uno stato in fallimento a poveri risparmiatori, pulisci il denaro sporco delle organizzazioni criminali, fai da cassaforte ad imprenditori disonesti, costruisci le banche d'affari dove inserisci le scatole cinesi delle ditte cartacee per far perdere le tracce delle transazioni ecc. ecc. ecc.
Insomma altro che il più pulito ha la rogna..........

Chiaramente si parla di...banchieri...e non di bancari!!

*

Offline serpiko

  • *****
  • 2.151
  • en citro-pause...
Re: Banca Mediolanum e la Citroen DS
« Risposta #68 il: Luglio 22, 2012, 12:49:42 am »
Caro Marco, mi spiace.
Non sono certo qua a voler difendere sto tizio che nemmeno conosco.
Ma vuoi che ti dica, settimanalmente, quanti sono quelli che mi promettono "la luna nel pozzo"
nella mia attività quotidiana ?

L'abilità sta nel non cascarci.

...difatti non c'ero cascato, cara blattaccia.
ma Marco è un buono e, in bontà sua, un giorno mi disse: "ho dato l'interno al Doris."

non gliene ebbi, giuro. lui è davvero un buono e nella prossima vita vorrei possedere la sua stessa fiducia nel prossimo. ma in questa, di vita, non ne ho manco la metà: in quell'istante ripensai alla sorgente da cui sgorgò limpida la proposta di questo grande affare e immediatamente compresi come non restasse che lavorare per ripianare la perdita... [:fiu]

pace e amen, en avant!  [:hello]
« Ultima modifica: Luglio 22, 2012, 12:54:45 am da serpiko »

Re: Banca Mediolanum e la Citroen DS
« Risposta #69 il: Luglio 23, 2012, 06:35:47 pm »
Hai ragione stefano banchieri, ma ci metto dentro anche molti dei dirigenti e quindi bancari, che pur di mantenere od ottenere i propri benefit, o per raggiungere i propri obiettivi che comportano "premi" ecc. ecc. calpestano le leggi, incluse quelle penali, consapevoli e quindi "premeditazione" del potere pressochè illimitato delle banche, dei loro centri d'interesse, insomma sapendo di farla sempre e comunque franca!

*

Offline fricko

  • ******
  • 4.247
  • الفضول قتل القطة
Re: Banca Mediolanum e la Citroen DS
« Risposta #70 il: Ottobre 30, 2012, 01:49:06 pm »
A proposito di Doris:
La DS appartenutagli è in vendita!
http://www.subito.it/auto/citroen-ds-20-anno-1970-padova-51743684.htm
“Cos'è il Genio? È fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità d'esecuzione.”
[M.Monicelli - Amici miei]

*

Offline mario55

  • *****
  • 2.710
  • la mia Dyane a Carrara, 31.08.1979
Re: Banca Mediolanum e la Citroen DS
« Risposta #71 il: Ottobre 31, 2012, 06:43:06 pm »
A proposito di Doris:
La DS appartenutagli è in vendita!
http://www.subito.it/auto/citroen-ds-20-anno-1970-padova-51743684.htm


peccato che non sia la sua!

se ben ricordo l'articolo parlava si di doris e la sua DS, ma nelle foto ne era ripresa un'altra.

mario, comunque verifico
Se non state pagando qualcosa non siete un cliente: siete il prodotto che stanno vendendo.
Andrew Lewis
-----------------------------------
  DS 21 Confort bvh 1968

Re:Banca Mediolanum e la Citroen DS
« Risposta #72 il: Novembre 25, 2021, 01:21:03 pm »
Leggendo la notizia della scomparsa di Doris non ho potuto non ripensare a questa vicenda...
"La route doit redevenir pour l'automobiliste, à la fin du XX siècle, ce qu'était le chemin pour le piéton ou le cavalier: un itinéraire que l'on emprunte sans se hâter, pour se distraire et voir la France." (Georges Pompidou)

*

Offline Vito

  • ****
  • 733
Re:Banca Mediolanum e la Citroen DS
« Risposta #73 il: Novembre 28, 2021, 08:51:40 am »
Riepilogando degli omuncoli, rappresentanti di una istituzione finanziaria, chiamata volgarmente banca (istituzione che alla prima occasione utile te la mette nel culo, non  prima però di averci messo della sabbia sopra),  contattano il Centro per la realizzazione di museo personale di un banchiere, con un patrimonio stimato in 3,6 mld di $ (fonte forbes), ed il Centro si mette a disposizione praticamente aggratis, dopodichè Citroservice, dona degli interni (tra l'altro del valore pari all'utile di mezzo anno dell'azienda) ?
E' proprio vero, che questo mondo di merda era, è, e sarà dei potenti!
Comunque...mi  vengono spontanee due considerazioni.
La prima...magari c'è un poverino che non ha tutti i danari per un ricambio per la su Dea, e chiede una dilazione (dilazione, non donazione) gli viene risposto: o bonifico o niente !
La seconda...tagliare una DS per il museo personale di un banchiere si può fare...ma realizzare una cabrio da una DS berlina è un'abominio ?
Al netto di ogni polemica...le "vedo" solo io queste due contraddizioni enormi  come montagne ?

*

Offline SCARABEO

  • **********
  • 18.142
  • Ul paletò de legn el gà no i sacòcc
    • Le mie Citroën
Re: Banca Mediolanum e la Citroen DS
« Risposta #74 il: Novembre 28, 2021, 09:31:38 am »
Mediolanum ha costituito una sorta di centro di formazione del proprio personale (e non solo) denominato "MCU": Mediolanum Corporate University, all'interno di questa struttura è stato istituito un museo incentrato alla figura del signor Ennio Doris, fondatore del gruppo finanziario.
In questo museo è narrata -ovviamente- anche la vita di Ennio Doris e mi pare d'aver capito che l'episodio centrale che ha determinato "la svolta", trasformando Doris da bancario a banchiere sia stato proprio l'aver viaggiato dentro una Citroën DS ed il desiderio di sostituire la propria vetturetta con quell'autentico salotto viaggiante il cui possesso era chiaramente legato al reddito del proprietario.
Qualcosa del genere "un giorno ne avrò una anch'io".

Credo che il signor Doris sia uno dei pochi uomini sul pianeta ad avere un mausoleo a lui dedicato pur essendo ancora in vita.

Ecco che adesso è accontentato. Ora è come tutti gli altri  [:clap]