Forum.IDeeSse.it

Area Generale - Citroën ID/D/DS => Questioni di carattere generale => Topic aperto da: Vito - Marzo 12, 2020, 10:18:58 am

Titolo: Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Vito - Marzo 12, 2020, 10:18:58 am
Sin dalla mia prima DS, non mi è mai piaciuto il buio del terzo cerchio.....quasi quasi.
Che ne pensate ?


(https://i.ibb.co/RT0tTzv/f2356159bc95e3b1c4e10ed2ecfbaff2fc2c8fed.jpg) (https://ibb.co/hFWrFD7)
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Martini - Marzo 12, 2020, 11:36:32 am
Perché alterare l'originalità per una modifica che non ha nemmeno valore funzionale?
E' l'equivalente esatto del maniglione sul cofano.
Poi, de gustibus...
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: hal9000 - Marzo 12, 2020, 11:39:09 am
mmmmhhhh....... troppo verde
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: ruotesgonfie - Marzo 12, 2020, 06:40:02 pm
Sin dalla mia prima DS, non mi è mai piaciuto il buio del terzo cerchio.....quasi quasi.
Che ne pensate ?


(https://i.ibb.co/RT0tTzv/f2356159bc95e3b1c4e10ed2ecfbaff2fc2c8fed.jpg) (https://ibb.co/hFWrFD7)
A me non dispiace [like]
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: FabioC - Marzo 12, 2020, 08:45:43 pm
 ;D
...
E' l'equivalente esatto del maniglione sul cofano.
...
No, dai... il maniglione e` sfacciato...  ;D
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: mario55 - Marzo 12, 2020, 09:18:32 pm
sarò ignorante ma pensavo che fossero tutti e tre illuminati :o; scusatemi ma ho un cruscotto ad onda ;D

personalmente illuminato mi sembra più bello  [:love]
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: deestino - Marzo 12, 2020, 09:51:47 pm
L'ho sempre vista come una cosa inspiegabile il fatto che non fosse illuminato, magari non verde come quello nella foto ma un fil di luce non mi dispiacerebbe. Ovviamente sulla mia che è una Dsuper5 vissuta e con qualche "licenza" personale  [:fiu].
Se ne avessi una da vetrina allora la lascerei come mamma l'ha fatta.

 [:hello]
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Vito - Marzo 13, 2020, 11:21:44 am
Beh, dai il maniglione, è davvero invasivo, brutto, è un pugno nello stomaco, ed oltretutto non è neanche funzionale, questa modifica invece la trovo  soft, funzionale, ed esteticamente piacevole.
Concordo appieno  con Hal..... effettivamente, c'è troppo verde, ma credo che si possa ovviare facilmente.
Piuttosto..mi è sorto un dubbio, ma ha una sorta di doppia illuminazione ?
Come da foto il cruscotto è tutto illuminato di  verde, ma per esempio, quando si accendono gli abbaglianti, si accende la luce blu ? o ancora le spie rosse relative "all'occhio di dio", e "l'occhio di dio" stesso, si illuminano di rosso ? etc.
Ho inviato una mail al tizio in questione (sperando che mi risponda).
Se così fosse, sicuramente  apporterò la modifica.
In ogni caso vi terrò informati.

Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: roby3 - Marzo 13, 2020, 06:47:46 pm
Le spie si accendono tutte con il proprio colore, sono i cruscotti che prepara Fabrice Lassade, mi pare che al posto delle normali lampadine monti luci led...
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Vito - Marzo 13, 2020, 08:21:35 pm
Grazie Roberto per avermi "illuminato" [:D], anche perchè il tizio in questione, che è proprio quello che dici tu, e, non ha ancora risposto alla mia mail  [:inch]
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: haiede - Marzo 14, 2020, 10:29:47 am
Prestare attenzione perchè non su tutte le utenze si possono montare lampade Led pena mancati funzionamenti di qualche dispositivo o parziali ed ingiustistificate accensioni.
Inoltre non farsi tentare dall'installazione "facile" di indicatori benzina trasformati in indicatori temperatura: lo strumentino è diverso elettricamente per le 2 funzioni e pur se intercambiabile sul circuito, poi non funzionerà in modo lineare e corretto.
Esperienza personale
 [:hello]
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Martini - Marzo 14, 2020, 11:30:24 am
Non solo: i led non sono dimmerabili, quindi perdete la possibilità di regolare l'illuminazione della plancia e, come dice Haide, non si possono montare su tutti i circuiti: quello di carica (la spia alternatore), ad esempio, non funzionerà più correttamente con un led al posto della lampadina perché quest'ultima è parte del circuito!

Ma poi, se vi piacciono tanto le modifiche, perché non ci mettete un bel pannellone LCD di quattordici pollici così ci disegnate il cruscotto che volete?
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: haiede - Marzo 14, 2020, 03:32:20 pm
....si beh....l'eccesso di illuminazione dei cruscotti forse c'era da nuova......ora il reostato lo si usa quasi esclusivamente per "salvare" le lampadine in diurna.......
Il led al posto della lampada classica, non è utilizzabile sulle BVH ne su tutte quelle che adottano il relè avviamento batteria, nella posizione della spia ricarica alternatore....
Anche sui circuiti di segnalazione pressione idraulica non è molto adatto sempre sulle BVH che hanno il pressostato del tipo a tubo di Bourdon.....
Parere personale.
 [:hello]

Ps: originalità a parte però.......sulla illuminazione generale quadro il miglioramento è evidente e tutti gli strumenti si vedono bene.......fa sorridere che si voglia retroilluminare le spie quando alcuni anni fa SAAB introdusse proprio la funzione "black panel" (mutuata dalla strumentazione aeronautica) che proprio in virtù dell'accendersi su fondo nero di una spia ne aumentava la visibilità attirando prima l'attenzione del guidatore.....
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Martini - Marzo 14, 2020, 05:08:54 pm
Si, certo.

Ma l'espressione "originalità a parte", sul forum di un Club che fa del ripristino dell'originalità uno scopo statutario, non dovrebbe trovare posto  [:cont]
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Gianluca - Marzo 14, 2020, 06:18:42 pm
[...]

Ma l'espressione "originalità a parte", sul forum di un Club che fa del ripristino dell'originalità uno scopo statutario, non dovrebbe trovare posto  [:cont]

Non sono d'accordo con quest'ultima affermazione, che ha sa di presagio di omologazione di massa.

Io sono un fautore dell'originalità e spesso mi sono trovato a discutere proprio in difesa dei valori che prediligono l'originalità piuttosto che la (s)personalizzazione. Però il compito di un "forum di club" dovrebbe essere quello di indicare la strada dell'originalità e non imporla, spiegando anche - laddove la discussione lo richieda - le motivazioni a corredo. A tale scopo l'incipit "originalità a parte" sembra fatto proprio a sommo studio.

Se uno chiede un qualcosa che valica i canoni dell'originalità perché non devo rispondergli se la risposta la so ?
Gli rispondo esordendo proprio con "originalità a parte"...



Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: stefano65 - Marzo 14, 2020, 07:02:59 pm
Non sono d'accordo con quest'ultima affermazione, che ha sa di presagio di omologazione di massa.

Io sono un fautore dell'originalità e spesso mi sono trovato a discutere proprio in difesa dei valori che prediligono l'originalità piuttosto che la (s)personalizzazione. Però il compito di un "forum di club" dovrebbe essere quello di indicare la strada dell'originalità e non imporla, spiegando anche - laddove la discussione lo richieda - le motivazioni a corredo. A tale scopo l'incipit "originalità a parte" sembra fatto proprio a sommo studio.

Se uno chiede un qualcosa che valica i canoni dell'originalità perché non devo rispondergli se la risposta la so ?
Gli rispondo esordendo proprio con "originalità a parte"...

quoto! [:inch]
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Capitan Uncinema - Marzo 14, 2020, 07:19:30 pm
Non era meglio mantenere l'originalità?

Io la break la uso davvero, 

 8)
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: ruotesgonfie - Marzo 14, 2020, 10:34:24 pm
Beh...aggiungere una lampadina sul quadro non è proprio come cambiare il motore dai...  ;D
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Capitan Uncinema - Marzo 14, 2020, 10:37:39 pm
Are you scherzing? La lampadina si vede a colpo d'occhio, il motore diverso, no  ;D
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Citrozeta - Marzo 14, 2020, 10:51:11 pm
Io non ci provo neanche a farlo verde .....anzi , dato che ho il rimanente di colorazione rossa , potevo farlo rosso ...ma non se ne parla . ...Bianco caldo ....inserendo la piattine a  led a posto delle 2 lampadine che illuminano il cruscotto , e sostituendo solo le lampadine di posizione e abbagliante .....le altre sono tutte originali. Penso che l'illuminazione dei quadranti si possa risolvere solo cosi' , per vie della nefasta posizione delle due lampadine originali , e per quanto riguarda le spie , sostituisco solo quelle che sono sempre accese e che possono danneggiare di  nuovo il vetro (posizione e abbagliante ).  Per l'indicatore temperatura fatto da quello della benzina , non sono d'accordo . E' vero , si comporta in modo diverso da quello originale , ma l'importante non e' quello , l'importante non e' che mi dia esatta posizione alla giusta temperatura.......neanche gli originali dopo tanti anni sono precisi . L'importante  e' che , dopo averlo studiato camminandoci assieme , mi faccia capire quando la macchina sta andando in ebollizione....quando la macchina e' molto fredda , e variando la paletta del convogliatore , la porto a temperatura giusta o migliore..... bene o male , mi misura sempre la variazione che sta' subendo rispetto alla normale posizione che ha avuto tutti i giorni precedenti ...
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: haiede - Marzo 14, 2020, 11:01:17 pm
Non può essere lineare uno strumento non a zero centrale come lo è quello della temperatura: quello carburante una volta disalimentato cade a zero l'altro no...(non dovrebbe se ancora efficiente) ha un tipo di bobina mobile con avvolgimento diverso che viene richiamato o dalla massa (aumento di temperatura) o dal positivo (motore freddo)...........poi che qualcosa indichi ugualmente si....ma spesso in modo molto empirico....già sperimentato con un cruscotto modificato "Lassade"......che ha ammesso che in effetti va....ma non va proprio bene.....
Parere personale
 [:hello]
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Capitan Uncinema - Marzo 14, 2020, 11:18:49 pm
Benissimo, ma se gli strumenti della temperatura non si trovano, meglio arrangiarsi con uno della benzina adattato (che lo impari, come dice Citrozeta) che non averlo.
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: haiede - Marzo 14, 2020, 11:38:20 pm
La casa era solita metterlo come opzione: ho visto delle 23 Ie che non ne disponevano.....tradizione poi perseguita su CX I (specie quelle meno potenti) e continuata su BX.
Si riesce comunque a farlo funzionare ugualmente ma necessita di modificare il circuito che alimenta lo strumento che essendo fissato su di esso con 3 viti, impone il tranciare delle piste e ripensare ad un circuito diverso da quello previsto dalle piste originali.
 [:hello]
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: roby3 - Marzo 15, 2020, 12:36:49 am
Motori, led, luci e lucine, indicatori, verrete tutti scomunicati.....
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Emanuele - Marzo 15, 2020, 06:51:34 am

Si riesce comunque a farlo funzionare ugualmente ma necessita di modificare il circuito che alimenta lo strumento che essendo fissato su di esso con 3 viti, impone il tranciare delle piste e ripensare ad un circuito diverso da quello previsto dalle piste originali.
 
Interessante.....in effetti sulla mia "rally", un po' distante dall' originalità,  lo strumento della benzina adattato a temperatura secondo me segna un po' meno del dovuto. Come dovrebbe essere alimentato? Piste da modificare ne ho....
Ciao, Emanuele
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Martini - Marzo 15, 2020, 12:22:51 pm
Proverò a spiegarmi meglio: non è questione di religione, caro Roby3, ma di coerenza.
Io vedo tre tipologie di "elaborazioni":

- i robrizzattori: quelli che non resistono a baffi, baffetti, manigliette e maniglioni, oltre che a pallassizzazioni in genere. L'estremo? Il vorrei ma non posso che si compra la cabrio tarocca. Il minimo? I profili pallas su una DSpécial, ma qui ci si avvicina al secondo caso...

- quelli che "l'ha fatto anche Citroën": ovvero coloro che -allacciandoci all'esempio sopra- sforazzano la carrozzeria della propria vettura per mettere i profili in gomma e acciaio delle Pallas, dicendo "lo facevano anche i concessionari all'epoca della DS". In questa categoria rientrano varie tipologie di "elaboratori" che vanno da quelli che aggiungono strumenti (e sono forse quelli che comprendo maggiormente) a quelli che stravolgono il vano motore dicendo "così funziona meglio". In questa categoria si sono viste operazioni molto discutibili, tipo montare motori (o parte di essi) di serie successive su modelli precedenti. E non si capisce come non possano porsi un semplice quesito tipo: "se vuoi una DS21, perché compri una DSpécial e poi cambi il monoblocco/i collettori/la testa eccetera? Comprati una DSuper5, no?". Alla fine avremo in giro vetture pasticciate che poi vengono regolarmente rivendute per originali, vedi le DSpécial a 5 marce, forse il caso più diffuso, ma anche le Confort con l'interno in pelle ed altre meraviglie. Nevvero?

- quelli che "tanto è reversibile". Tutto è reversibile, per carità, anche una cabriolettizzazione è reversibile. Ma allora che senso ha, se non quello di alterare una vettura che probabilmente varrebbe di più se ripristinata verso le condizioni d'origine? Faccio l'esempio pratico: compro una DSpécial del '72, magari di un colore carino tipo il Bleu Camargue. Ci spendo 12k euro per riverniciarla Bleu Delta e metterci un interno in cuoio, magari marrone, ed il bel maniglione sul cofano. Risultato? Un paciugo orribile. Con una cifra inferiore (nettamente) avrei potuto avere la bella DSpécial bleu Camargue con un interno in jersey nuovo di pacca. Poi, magari, siccome il paciugo fa schifo anche a me, lo rimetto in vendita a 28k cercando un bischero cui dire che era un modello originale uscito di fabbrica così. Visti CENTINAIA di casi come questo.
In questa categoria rientrano anche le modifiche come i led sul cruscotto. E non mi riferisco a quelli che li togli e fine lì, ma quelli che infilo in posizioni non previste (E INUTILI) come quello che dovrebbe illuminare il quadro delle spie che è VOLUTAMENTE non illuminato. Perché? Ve l'ha spiegato Haiede: perché quando una spia di accende, si deve capire subito che qualcosa non va, e ogni differenza tra acceso e spento ha un valore funzionale.

Comunque, per far felice Roby3, aggiungerò che per me personalmente all'inferno gli "elaboratori" dovrebbero finirci tutti: reversibili, presunti irreversibili, miglioratori e taroccatori. Volendo in un unico girone, attorno ad una pozza di LHS contaminato dall'acqua in perenne ebollizione. Fustigati dal buon Flaminio Bertoni che quella plancia coi tre cerchi l'avrebbe usata volentieri per percuotere il suo inventore.

Ma questa, come si dice, è un'altra storia.

Se cerchi un'auto d'epoca e poi cerchi di modernizzarla, potevi serenamente comprartene una moderna.
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: haiede - Marzo 15, 2020, 12:45:30 pm
........e che non si pensi alla ds (ma anche altre vetture del noto marchio) come un oggetto perfetto: aveva limiti tecnologici e di progettazione in parte dovuti alle conoscenze, tecnologie e materiali disponibili ed in altra parte a vincoli economici ( ricorderò sempre una frase detta dall'Ing. Saini......"la DS era la macchina dei vorrei ma non posso"...).
Tutte queste circostanze ne creano i suoi limiti progettuali e costruttivi e conseguenti difetti che, pur facendo parte della storia della vettura, a volte sono davvero evidenti al limite del fastidioso...........porvi rimedio? ....... a mio avviso no perchè il risultato quasi sempre non compensa il costo (ammesso che non si voglia vedere e capire nulla rispetto all'originalità dell'aspetto visivo) che appunto è decisamente alto per ottenere piccoli benefici assolutamente non visibili ma comunque percepibili all'uso come un miglioramento generale di affidabilità e confort di marcia.........
Parere personale
 [:hello]
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Break Fast - Marzo 15, 2020, 01:01:42 pm
...sapessi quanto insiste il mecca per mettere le 5 marce alla break...
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Martini - Marzo 15, 2020, 01:15:57 pm
...sapessi quanto insiste il mecca per mettere le 5 marce alla break...

Se fosse la tua auto di tutti i giorni e se tu viaggiassi sempre in autostrada, capirei.
Ma tu hai altro per andare in giro e quanto all'autostrada… sei di Perugia :D :D :D :D

Se il meccanico insiste troppo, compragli quel cambio e mettilo in cantina ;D
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: haiede - Marzo 15, 2020, 01:28:14 pm
Tornando in argomento quadro, qui si vede un adattamento grafico dello strumento benzina come indicatore temperatura (notare gli avvolgimenti identici dei 2 strumenti)....

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-0/p180x540/90232588_3038740792857376_6125376997712461824_o.jpg?_nc_cat=105&_nc_sid=8024bb&_nc_ohc=PuWzDJI8P2kAX9JHMuD&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&_nc_tp=6&oh=5d5beac3cb054953e46f6c2ab8695d78&oe=5E925AB3


Come si vede, l'indice mobile non ha avvolgimento (bobinetta) come invece c'è su quelli a zero centrale originali indicatori temp. raffreddamento......

 [:hello]
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Gianluca - Marzo 15, 2020, 02:20:53 pm
Proverò a spiegarmi meglio: non è questione di religione, caro Roby3, ma di coerenza.
Io vedo tre tipologie di "elaborazioni":

[...]


Sono d'accordo con ogni passaggio.
Basta semplicemente non risultare antipatici ed esosi nel portare avanti l'idea di originalità...
Uno spiega come devono essere le cose per essere "fatte secondo criteri di originalità", poi ovvio che ognuno farà quel che vuole...



Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Emanuele - Marzo 15, 2020, 02:29:55 pm
Ecco, ora Martini, dopo la 5° sulla break e il termometro sulla rally,  non mi parlerà più!
Scherzi a parte, a mio avviso ci sono modifiche e modifiche e DS e DS.
Non mi sognerei mai di modificare alcunché ne sulla '56, dove anche le viti sono state oggetto di critica prima e di studio poi (non si può sapere tutto, nel' 56 non solo non ero ancora nato ma forse i miei nemmeno si conoscevano!), ne sulla 21 confort che è un bel conservato.
Ma sulla break ritengo di poter fare quelle modifiche che, senza stravolgere l' aspetto "storico" della vettura, ne permettano un utilizzo più "comodo". Ecco quindi il motore 21 con le cinque marce, il ventilatore elettrico di supporto al radiatore, i vetri azzurrati, l'aria condizionata con il compressore rotativo. Solo questi ultimi due si "vedono", anche se poco...
Però non penserei mai di Pallassizzarla ne di mettere i 185 al posto dei 180.
La Rally è un'altra storia....salvata dalla rottamazione le condizioni non ne permettevano un restauro conforme a cifre umane, è una ID di base....così invece almeno è tornata sulla strada.
Poi aborro le gomme ribassate piuttosto che i mega impianti stereo...parere personale come direbbe qualcuno!
Ciao, Emanuele
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Martini - Marzo 15, 2020, 02:41:02 pm
In tutta la filippica presente sul mio ultimo post, manca VOLUTAMENTE, un passaggio che è questo: "poi, nel nostro mondo capitalistico, la proprietà privata è un diritto inalienabile, quindi finché il Ministero dei Beni Culturali non deciderà che ogni DS è un patrimonio storico nazionale, ciascuno è libero di alterare, modificare, taroccare la propria vettura come meglio crede".

Ma, vi prego, non venitemi a dire che lo Stato deve tutelare i tarocchi: quando una vettura viene aggiornata/modificata/alterata, cessa di essere un patrimonio storico per passare dritta-dritta in quello di ciò che è vostro e vi piace così. E non c'è ragione al mondo per cui la collettività debba accettare che il vostro articolo abbia gli stessi diritti di quello conservato o restaurato nel rispetto della storia.

Una DSuper5 Pallas NON E' una testimonianza della sua epoca. E' una Monna Lisa coi baffi o coi riccioli, come quella della (geniale) pubblicità della Ferrarelle di qualche annetto fa.

Quando trent'anni fa stilammo lo statuto dell'IDéeSse Club, mettemmo in cima la conservazione ed il ripristino delle caratteristiche d'origine.
Non l'ho dimenticato ed il Club, per quel che mi riguarda, procederà sempre in quella direzione, fermo restando che nel garage di casa vostra, in questo periodo di reclusione necessaria, farete ben quel che vi pare e piace.
.
.
.

GianluHa, che ne dici? Abbastanza odiosetto come punto di vista? :D
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: roby3 - Marzo 15, 2020, 02:43:44 pm
Miiiiii che pippone, poi cosa ci incastro io se qualcuno vuole vedere meglio gli strumenti oppure viaggiare con motori più grandi e più marce, sempre la solita solfa delle maniglie e maniglione, pallas non pallas ecc.....
Quelli sono gusti personali, se non piacciono ci si giri a guardare altrove....
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Gianluca - Marzo 15, 2020, 03:10:04 pm
In tutta la filippica presente sul mio ultimo post, manca VOLUTAMENTE, un passaggio che è questo: "poi, nel nostro mondo capitalistico, la proprietà privata è un diritto inalienabile, quindi finché il Ministero dei Beni Culturali non deciderà che ogni DS è un patrimonio storico nazionale, ciascuno è libero di alterare, modificare, taroccare la propria vettura come meglio crede".

Ma, vi prego, non venitemi a dire che lo Stato deve tutelare i tarocchi: quando una vettura viene aggiornata/modificata/alterata, cessa di essere un patrimonio storico per passare dritta-dritta in quello di ciò che è vostro e vi piace così. E non c'è ragione al mondo per cui la collettività debba accettare che il vostro articolo abbia gli stessi diritti di quello conservato o restaurato nel rispetto della storia.

Una DSuper5 Pallas NON E' una testimonianza della sua epoca. E' una Monna Lisa coi baffi o coi riccioli, come quella della (geniale) pubblicità della Ferrarelle di qualche annetto fa.

Quando trent'anni fa stilammo lo statuto dell'IDéeSse Club, mettemmo in cima la conservazione ed il ripristino delle caratteristiche d'origine.
Non l'ho dimenticato ed il Club, per quel che mi riguarda, procederà sempre in quella direzione, fermo restando che nel garage di casa vostra, in questo periodo di reclusione necessaria, farete ben quel che vi pare e piace.
.
.
.

GianluHa, che ne dici? Abbastanza odiosetto come punto di vista? :D

No, no...Sono d'accordissimo...Mica sono Robertino del forum RIASC eh ? E lo sai bene.
Ma sai che abbiamo differenti modi di comunicare, ognuno tiene il suo.

Secondo me, molto semplicemente, ci sono momenti in cui si devono ricordare certi temi, altri meno...
Ma il discorso di fondo lo condivido in pieno, lo sai bene...
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Citrozeta - Marzo 15, 2020, 04:46:42 pm
Cioe' ....sconfinati parecchio , dal titolo del post......abbiamo capito sull'originalita'...senza ombra di dubbio, ogni volta ci fate una filippica sopra. Se avessi una 56' , per dire , e ci facessi 500-1000km l'anno , non mi sognerei neanche io di alterare un qualsiasi pezzo originale , ma siccome ho una Super5 del 74, gia' presa non conforme , e ci faccio 10.000 km l'anno , preferisco fare queste piccole modifiche volte a migliorare visibilita' e indicazioni , piuttosto che sforzarmi a guardare il cruscotto-spie  e non capire cosa sta' succedendo .
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Citrozeta - Marzo 15, 2020, 04:53:18 pm
Si riesce comunque a farlo funzionare ugualmente ma necessita di modificare il circuito che alimenta lo strumento che essendo fissato su di esso con 3 viti, impone il tranciare delle piste e ripensare ad un circuito diverso da quello previsto dalle piste originali.
 
Interessante.....in effetti sulla mia "rally", un po' distante dall' originalità,  lo strumento della benzina adattato a temperatura secondo me segna un po' meno del dovuto. Come dovrebbe essere alimentato? Piste da modificare ne ho....
Ciao, Emanuele
Vero , ma la modifica dei fori di fissaggio non e' molto difficile, nessun taglio di piste ma solo un isolamento di una pista , e elettricamento solo aggiungere il filo che finisce sul bulbo, niente di che. . L'indicatore segna un po' meno del dovuto , perche' l'impedenza del bulbo e' tarata per la resistenza dello strumento originale . per perfezionarlo , sarebbe da fare delle prove e mettere una resistenza in parallelo per diminuire l'impedenza  e far spostare di piu' la lancetta dello strumento benzina .....ma adesso ,ci stiamo facendo del male.....
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Martini - Marzo 15, 2020, 04:56:33 pm
Guarda che illuminare il quadrante delle spie, PEGGIORA la visibilità di queste ultime, l'opposto che migliorarla.

Poi che differenza c'è tra una DSuper del '72 ed una Décapotable del '61, se non il prezzo?
Tutte e due sono auto d'epoca e come tali andrebbero trattate.
Altrimenti bisogna essere coerenti, ho amici che usano la propria DS tutti i giorni, l'hanno "migliorata" montando luci allo iodio con batterie di relé che le pilotano, alternatori più potenti abbinati a regolatori elettronici e impianto elettrico rifatto alla A alla Z con conduttori maggiorati.
Ma non vanno in giro pretendendo di avere i vantaggi dell'auto d'epoca, neanche quando pagano l'assicurazione che è di tipo tradizionale e non per veicoli d'epoca: non vogliono rogne in caso di sinistro, per loro o per terzi.

Cioe' ....sconfinati parecchio , dal titolo del post......abbiamo capito sull'originalita'...senza ombra di dubbio, ogni volta ci fate una filippica sopra.

"Ci fate?" Chi? Io sono da solo ed esprimo il mio pensiero, di pure "ci fai" ;)
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Citrozeta - Marzo 15, 2020, 06:27:56 pm
Guarda che illuminare il quadrante delle spie, PEGGIORA la visibilità di queste ultime, l'opposto che migliorarla.
 


Altrimenti bisogna essere coerenti, ho amici che usano la propria DS tutti i giorni, l'hanno "migliorata" montando luci allo iodio con batterie di relé che le pilotano, alternatori più potenti abbinati a regolatori elettronici e impianto elettrico rifatto alla A alla Z con conduttori maggiorati.
Ma non vanno in giro pretendendo di avere i vantaggi dell'auto d'epoca, neanche quando pagano l'assicurazione che è di tipo tradizionale e non per veicoli d'epoca: non vogliono rogne in caso di sinistro, per loro o per terzi.

Chi ha detto che ho illuminato il quadrante spie?  io ho illuminato i classici quadranti gia' illuminati dalle lampadine......

Credo che i tuoi amici , in caso di incidente , si vedranno pagare i danni come ferro vecchio ...........credo che l'unica assicurazione che ti ripaghi per il danno effettivo sia la storica con certificazione "Asi "
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Martini - Marzo 15, 2020, 08:14:38 pm
Chi ha detto che ho illuminato il quadrante spie?  io ho illuminato i classici quadranti gia' illuminati dalle lampadine......

Il titolo del topic :)

Citazione
Credo che i tuoi amici , in caso di incidente , si vedranno pagare i danni come ferro vecchio ...........credo che l'unica assicurazione che ti ripaghi per il danno effettivo sia la storica con certificazione "Asi "

Qui è il caso di tornare seri e fare chiarezza: l'ASI, per questo, non serve a niente o serve quanto il RIASC o la tessera di qualsiasi club "serio", ovvero di quelli che non ti associ solo per fare l'assicurazione "storica".
Io mi riferivo al pagamento dei danni che puoi causare tu con la tua storica che, in caso di sinistro "importante" (tipo con feriti veri) potrebbe non avvenire o avvenire con rivalsa. Le assicurazioni, per lavoro, cercano di non pagare i sinistri.
Se una compagnia ti assicura la DSuper per duecento euro l'anno e poi te ne chiede seicento per assicurarti una C3, non lo fa perché ammira la tua DSuper e ti vuole tanto bene, ma perché crede che il rischio generato dalla tua DSuper sia più basso perché non la usi quotidianamente.
Al contrario, la C3 è anche infinitamente più sicura della DS: frena nella metà dello spazio ed ha certamente ABS ed ESP, poi magari anche tutti gli ADAS che ti evitano (o riducono) gli effetti di una distrazione. Eppure ti chiedono 600 euro. Sono cattivi? No, sanno che la usi tutti i giorni e di conseguenza, statisticamente, aumenti il rischio. Capisci?

Invece, per quanto riguarda il pagamento dei danni a te, causati da terzi, non c'è ASI-MASI-TASI che tenga: l'UNICO modo per vederti riconosciuto il danno è che tu abbia una perizia, depositata in tribunale che attesti il valore reale della tua automobile.
A quel punto, la compagnia deve risarcirti e poi, se ritiene sia il caso, rivalersi sul perito.
Ci vuole un perito vero, che poi depositi in tribunale la copia della perizia, che va poi aggiornata periodicamente.

Questo (e solo questo) è il mezzo per vederti risarcito senza avere santi in paradiso.
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Citrozeta - Marzo 15, 2020, 09:15:45 pm
Il titolo del topic :)

Qui è il caso di tornare seri e fare chiarezza: l'ASI, per questo, non serve a niente o serve quanto il RIASC o la tessera di qualsiasi club "serio", ovvero di quelli che non ti associ solo per fare l'assicurazione "storica".
Io mi riferivo al pagamento dei danni che puoi causare tu con la tua storica che, in caso di sinistro "importante" (tipo con feriti veri) potrebbe non avvenire o avvenire con rivalsa. Le assicurazioni, per lavoro, cercano di non pagare i sinistri.
Se una compagnia ti assicura la DSuper per duecento euro l'anno e poi te ne chiede seicento per assicurarti una C3, non lo fa perché ammira la tua DSuper e ti vuole tanto bene, ma perché crede che il rischio generato dalla tua DSuper sia più basso perché non la usi quotidianamente.
Al contrario, la C3 è anche infinitamente più sicura della DS: frena nella metà dello spazio ed ha certamente ABS ed ESP, poi magari anche tutti gli ADAS che ti evitano (o riducono) gli effetti di una distrazione. Eppure ti chiedono 600 euro. Sono cattivi? No, sanno che la usi tutti i giorni e di conseguenza, statisticamente, aumenti il rischio. Capisci?

Invece, per quanto riguarda il pagamento dei danni a te, causati da terzi, non c'è ASI-MASI-TASI che tenga: l'UNICO modo per vederti riconosciuto il danno è che tu abbia una perizia, depositata in tribunale che attesti il valore reale della tua automobile.
A quel punto, la compagnia deve risarcirti e poi, se ritiene sia il caso, rivalersi sul perito.
Ci vuole un perito vero, che poi depositi in tribunale la copia della perizia, che va poi aggiornata periodicamente.

Questo (e solo questo) è il mezzo per vederti risarcito senza avere santi in paradiso.
Ma se io al momento della stipula dell’assicurazione  storica , ho dichiarato di fare 10.000 km l’anno, e l’assicurazione non mi dà nessun vincolo......non vedo su quale criterio mi dovrebbe fare il discorso del rapporto delle nuove......per quanto riguarda il non pagare, di quello sono cosciente....ma è un rischio che corriamo tutti , anche chi fa’ una ass. normale.....basta guardare con che criterio ti rimborsano di qualsiasi auto....
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Gianluca - Marzo 15, 2020, 09:24:39 pm
[...]
Questo (e solo questo) è il mezzo per vederti risarcito senza avere santi in paradiso.


Mah...Tutte queste sicurezze io non le avrei sai ?

Il valore di determinate automobili è dimostrato e dimostrabile facilmente....In una eventuale sede processuale voglio proprio vedere se una automobile normalmente battuta in aste e compravendite a cifre da capogiro (parlo in generale, non solo DS ma Ferrari, Lamborghini ecc. ecc.) possa facilmente essere trattata al pari di un ferrovecchio....

E comunque vada...non capisco come tutto questo possa entrarci con una banale lampadina (che io NON metterei sia chiaro, però che palle....) che illumina un cruscotto....

Mah...

Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Vito - Marzo 15, 2020, 10:03:55 pm
Se ho ben capito ci sta raggiungendo (o ci  ha già raggiunto)una "fatwa" [:fiu]
Non ho ben capito.....(solo per rispondere alla filippica di Maurizio, e  riprendere un tema a me caro  [:D]) se non ho i soldi per comprare una cabrio originale, devo rinunciare a comprare una replica, solo perchè non ci ha messo le mani Chapron, che tra parentesi faceva la stessa cosa ?..... e lo faceva pure peggio !
Tornando in topic...... a questo punto la "fatwa" colpirà (o dovrebbe colpire) anche chi cambia il regolatore di tensione e lo nasconde nell'involucro del vecchio, a chi monta centraline elettroniche  moderne  per le i.e., a chi non usa i "piece d'origine" , e, a chi monta o vende i pezzi riprodotti etc.?
Un consiglio per Maurizio, procurati ettolitri di LHM, perchè a questo punto credo che saremo parecchi in quella pozza.... [:D]


Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Martini - Marzo 15, 2020, 11:39:48 pm
Se ho ben capito ci sta raggiungendo (o ci  ha già raggiunto)una "fatwa" [:fiu]
Non ho ben capito.....(solo per rispondere alla filippica di Maurizio, e  riprendere un tema a me caro  [:D]) se non ho i soldi per comprare una cabrio originale, devo rinunciare a comprare una replica, solo perchè non ci ha messo le mani Chapron, che tra parentesi faceva la stessa cosa ?..... e lo faceva pure peggio !
Tornando in topic...... a questo punto la "fatwa" colpirà (o dovrebbe colpire) anche chi cambia il regolatore di tensione e lo nasconde nell'involucro del vecchio, a chi monta centraline elettroniche  moderne  per le i.e., a chi non usa i "piece d'origine" , e, a chi monta o vende i pezzi riprodotti etc.?
Un consiglio per Maurizio, procurati ettolitri di LHM, perchè a questo punto credo che saremo parecchi in quella pozza.... [:D]

A me piacerebbe comprare un F35 per andare a bombardare chi mi sta sui cabasisi. Ma non ho i soldi per comprarlo.
Quindi che faccio? Compro un F104 dal demolitore lungo il GRA e faccio brumbrum seduto sul seggiolino, tirando petardi, tanto il tettuccio non c'è più?

Ciascuno è libero di vivere la propria passione come gli pare, altro ci mancherebbe, ma per me la cabriolet DIY e la DSpécial pallas bleu delta con l'interno in cuoio marrone sono pari: due basi su cui spendere un sacco di soldi per farle tornare com'erano. Solo questo è rispetto per l'originalità.

E' chiaro che parlo del mio personale punto di vista e rispetto quello degli altri.
Ma se, come in questo topic mi si chiede di esprimere il mio punto di vista, rispondo come ho fatto: rispetto per la storia è mantenere l'auto originale, non "migliorarla" (che nessuno è capace di farlo e fa anche un po' ridere) e men che meno stravolgerla.
Usarla col rispetto che merita, ponendo la sua conservazione al punto uno. Hai soldi da spendere? Fallo nel rispetto del bene che conservi.

Io la vedo così.
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: IDcronio - Marzo 16, 2020, 07:51:41 am
Vero , ma la modifica dei fori di fissaggio non e' molto difficile, nessun taglio di piste ma solo un isolamento di una pista , e elettricamento solo aggiungere il filo che finisce sul bulbo, niente di che. . L'indicatore segna un po' meno del dovuto , perche' l'impedenza del bulbo e' tarata per la resistenza dello strumento originale . per perfezionarlo , sarebbe da fare delle prove e mettere una resistenza in parallelo per diminuire l'impedenza  e far spostare di piu' la lancetta dello strumento benzina .....ma adesso ,ci stiamo facendo del male.....

Quanto vorrei capirci qualcosa! In questo momento non posso godermi il piacere di aver terminato tutta la plancia e strumenti del mio 23 perché dopo aver montato tutto, questo tutto funziona perfettamente, dalla radio alle luci al "nuovo" impianto 4 frecce, e qui ci sarebbe da discutere come per le cinture su vetture dove per legge non c'era obbligo, ma c'è un ma...

Quando a quadro spento accendo le luci si accendono entrambe le spie abb.anabb., se uso il reostato questo mi fa da balance tra le due lampadine manco fossero due casse stereo, se attivo le luci con contatto chiave inserito quando ruoto il devio luci di una posizione mi ritrovo con la lancetta benzina a metà, se ruoto ancora mi ritrovo col pieno, fantastico!!😁

Insomma, un bel casino la cui soluzione devo rimandare in mani più esperte delle mie che già è un miracolo che tutte le cose più importanti funzionano perfettamente, devo passare ai pannelli porta e COVID19 (nuovo nome di battesimo che mi ricorderà questo allucinante periodo, le tragedie che porta con sé e quanto di effimero l'uomo necessità per andare avanti) sarà finalmente ultimata.

Per tornare al topico dico col massimo rispetto per tutte le opinioni che la cosa mi affascina moltissimo, anch'io la prima volta che guidai la mia Euriale di sera rimasi deluso, a dir poco, di quel fioco focolare, lo trovai squallido.
Avrei voluto almeno un po' più di brio ma in fondo e onestamente penso che le ragioni per cui Maurizio Marini si spende non facciano una piega. Intendiamoci questo non vuol dire che io sia n integralista ortodosso come lui😀 ho ad esempio canbiato tutta la viteria e i pezzi esposti alle intemperie in acciaio inox, lo voglio vedere lì con la calamita a controllare 4 miliardi di cazzilli! [(eheh_doingdoing)] [(guido)]
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: DS211970 - Marzo 16, 2020, 02:43:50 pm

(https://i.ibb.co/5rv5SkR/P-20190411-222224-v-HDR-On.jpg) (https://ibb.co/rxMZz3w)
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: FeDeesse - Marzo 16, 2020, 04:35:13 pm
va benissimo il suo originale coi vetrini in ordine e le lampadine del giusto wattaggio [:clap]
Titolo: Re:Illuminazione 3° "cerchio"
Inserito da: Martini - Marzo 16, 2020, 04:51:38 pm
Quoto Fedeesse: cos'ha che non va comemammalhafatto?

(https://i.ibb.co/SvRGprm/Job-0168.jpg) (https://ibb.co/6sgL5Bt)