Parte il progetto DS.h

  • 57 Risposte
  • 1268 Visite
*

Offline Martini

  • **********
  • 14.340
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #30 il: Febbraio 22, 2020, 06:10:45 pm »
Io non mi riferivo  alla vendita dei ricambi
Ma alla qualita' di essi e conformita' 


D   [:hello]

Dino, ti ho risposto sopra.
Per il resto, penso che si sia detto veramente tutto sulla qualità dei ricambi…
Per quanto riguarda DS.h, per filosofia, cercheremo di cambiare il minimo indispensabile, recuperando tutto ciò che è possibile recuperare.
Per le cose mancanti o eccessivamente usurate, useremo ove possibile ricambi nuovi dell'epoca, anche grazie alle scorte francesi, poi faremo come tutto il resto del mondo, salvo farsi fare cose apposta per DS.h, come nel caso dell'idraulica.

Ho omesso qualcosa?

*

Offline MarioCX

  • *****
  • 2.789
    • http://www.cxclub.it
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #31 il: Febbraio 22, 2020, 10:22:17 pm »
Che i "ricambi nuovi dell'epoca" non è cosa relativa a parti in gomma/plastica!
I hope...
Non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. Oscar Wilde (Dublino 1854 - Parigi 1900)

*

Offline dino

  • *****
  • 2.459
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #32 il: Febbraio 23, 2020, 09:28:39 am »
scorte francesi...? [o:o:]
ricambi nuovi dell' epoca.... ? [o:o:]

OK  molto bene....avanti tutta e ...
buon lavoro

D    [:hello]


*

Offline haiede

  • ******
  • 6.437
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #33 il: Febbraio 23, 2020, 12:24:05 pm »
Bene, rimane quindi da aspettare la sola pubblicazione della rete ufficiale delle officine nelle varie zone d'Italia alla quale i clienti possono rivolgersi sia per piccoli interventi di manutenzione ordinaria che per le "grandi opere" gestite poi con la supervisione CDSC.
 [:hello]
« Ultima modifica: Febbraio 23, 2020, 12:32:55 pm da haiede »
Dodo

*

Offline Gianluca

  • ******
  • 8.683
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #34 il: Febbraio 23, 2020, 02:29:27 pm »
Per quanto riguarda DS.h, per filosofia, cercheremo di cambiare il minimo indispensabile, recuperando tutto ciò che è possibile recuperare.

Dai Maurizio, questa va bene per Zelig....  [o:o:]



Le masturbazioni cerebrali le lascio a chi è maturo al punto giusto, le mie canzoni voglio raccontarle a chi sa masturbarsi per il gusto...

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.340
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #35 il: Febbraio 23, 2020, 04:54:47 pm »
Dai Maurizio, questa va bene per Zelig....  [o:o:]

No Gianluca, sarà proprio così: recuperare tutto il recuperabile, chiaro che vale sulle parti funzionanti/ripristinabili che abbiano un aspetto ragionevole.
Meglio una "pancia" in acciaio, ripassata dal lattoniere e dal battilastra che magari richiede tre ore di lavoro che una in vetroresina.

Intendo questo.

Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #36 il: Febbraio 23, 2020, 05:49:47 pm »
Ma a spanne...senza considerare auto particolari...una modesta ID/DS restaurata con le modalità descritte, quanto potrebbe arrivare a costare secondo voi?
So che sembra una domanda da un milione di dollari, dipende dalle condizioni iniziali dell'auto, dal risultato a cui si punta ecc...ma si è parlato tante volte del fatto che nella gran parte dei casi si rischia di superare il valore del mezzo.
Tralasciando questioni affettive per le quali uno magari è disposto a spendere cifre ingiustificate, si terrà conto di tale aspetto in fase di preventivazione?
Immagino che il ruolo di DS.h sia anche quello di consigliare al meglio il cliente...che a tirare fuori un preventivo da 20/30.000 euro non ci vuole molto.
5/10.000 di carrozzeria, lamierati, fondi ecc...
3/4.000 di interni e tappezzeria
1.000 di gomme
3/4.000 di idraulica
4/6.000 per ripristinare o rifare il motore
2/3.000 di meccanica, freni, avantreno, serbatoio benzina ecc...
Più il valore/costo iniziale dell'auto.

Con o senza DS.h a grandi linee non mi sembra di aver sparato cifre assurde, se uno vuole l'auto "come nuova"  [:cont].

Anch'io non vedo l'ora di vedere nascere  qualche officina specializzata, sempre più diessisti mi chiedono consiglio su dove portare a riparare la propria auto. Mi vengono in mente solo nomi fuori dal Piemonte che veramente mi sentirei di consigliare.
Ma ovviamente i costi devono essere sostenibili dall'appassionato medio, che secondo me rappresenta almeno il 50% di coloro che posseggono una DS.
Come dire...i ricchi sapevano già da chi portarla  ;D

*

Offline stefano65

  • ****
  • 1.480
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #37 il: Febbraio 23, 2020, 07:34:42 pm »
....
Ma ovviamente i costi devono essere sostenibili dall'appassionato medio, che secondo me rappresenta almeno il 50% di coloro che posseggono una DS.
Come dire...i ricchi sapevano già da chi portarla  ;D
DSH sarà un azienda .
Quindi presumo che i costi saranno più o meno quelli di una moderna officina, con una organizzazione e risorse umane oltre a costi di gestione da dover necessariamente colmare.
Poi dovrebbe anche fare utili...magari non nel breve termine....ma prima i poi...
Di sicuro non saranno determinati dalle necessità degli appassionati non benestanti.
Un'azienda deve rendere conto esclusivamente a se stessa.
E mi sembra anche giusto..
I non ricchi, (tra cui ci sono anche io) non credo che avranno maggior potere d'acquisto in DSh rispetto ad una organizzazione simile già esistente.

Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #38 il: Febbraio 23, 2020, 07:38:49 pm »
Se no le portiamo tutte da Cronio

*

Offline mario55

  • *****
  • 2.247
  • la mia Dyane a Carrara, 31.08.1979
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #39 il: Febbraio 23, 2020, 07:56:25 pm »
Nella mia ignoranza mi pare una buona idea, una strada che val la pena di esplorare.

Ovviamente, adesso mi astengo di fare qualsiasi commento, sarebbe oltre che prematuro anche fuori luogo, commentare un progetto appena annunciato di cui conosciamo ancora troppo poco non ha senso.

Mario55
Se non state pagando qualcosa non siete un cliente: siete il prodotto che stanno vendendo.
Andrew Lewis
-----------------------------------
  DS 21 Confort bvh 1968

*

Offline dino

  • *****
  • 2.459
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #40 il: Febbraio 24, 2020, 06:38:06 am »
Codivido Ruotesgonfie sui prezzi e anche di piu' se fatti da professionisti...

D   [:hello]

*

Offline Gianluca

  • ******
  • 8.683
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #41 il: Febbraio 24, 2020, 10:43:08 am »
No Gianluca, sarà proprio così: recuperare tutto il recuperabile, chiaro che vale sulle parti funzionanti/ripristinabili che abbiano un aspetto ragionevole.
Meglio una "pancia" in acciaio, ripassata dal lattoniere e dal battilastra che magari richiede tre ore di lavoro che una in vetroresina.

Intendo questo.

Maurizio, io sono davvero felice di questo progetto e spero proprio che vada in porto, come merita.
Chiariremo la questione di persona o a voce ma, se accetti un consiglio, non eludere domande con risposte banali.
Non far subito diventare antipatica una cosa che ha potenzialità enormi...

Meglio un: "ancora non abbiamo messo a punto questo aspetto, a breve aggiornamenti".


Le masturbazioni cerebrali le lascio a chi è maturo al punto giusto, le mie canzoni voglio raccontarle a chi sa masturbarsi per il gusto...

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.340
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #42 il: Febbraio 24, 2020, 11:10:55 am »
No, Gianluca, è esattamente come ti ho scritto.
Gli interventi saranno fisicamente fatti da quelle che inizialmente saranno tre officine (l'elenco a fine marzo) che coprono l'arco ovest-est del Nord Italia, altre inizieranno la fase di test nei prossimi mesi. Queste officine lavoreranno seguendo un protocollo che parla espressamente di recupero delle parti esistenti ove possibile. Se vuoi un esempio pratico, posso farti quello delle plastiche dei fari posteriori. Per i modelli Confort antecedenti il '71, si trovano nuove, originali e bellissime. quelle dei modelli Pallas e degli anni successivi non si trovano facilmente (solo "scampoli") quindi o sono recuperabili quelle montate o bisogna, giocoforza, montare quelle rifatte che non sono affatto perfette.
Un interno in cuoio, se ben conservato, si tratta per farlo tornare morbido e si "salva", altrimenti viene rifatto con pellami simili (praticamente identici) agli originali.
Invece, altre cose necessarie per la sicurezza, si cambiano a prescindere. Un esempio? Piastre frenanti, ganasce, dischi (se piegati/consunti), pneumatici si cambiano.

Poi (e rispondo sui costi) tutto viene inserito nel capitolato che costituisce il preventivo. Ogni lavorazione ha un codice che corrisponde ad un tempario, il costo di mano d'opera è uguale per tutte le officine, idem il tempario. Questo si applica ai tagliandi ed ai restauri totali.
Il cliente sa quanto spende prima di firmare il contratto o prima di portare l'auto per il tagliando.
Gli imprevisti (rottura di un prigioniero, ad esempio) sono a carico della rete DS.h, i "fuori capitolato" (ad esempio un motore che sembrava ottimo ed è invece da rifare) vengono trattati di volta in volta con accordi specifici (ma si preferiesce metterci una settimana in più a fare il capitolato e non dover poi discutere nulla). Infine, certe operazioni hanno un costo standard: per rifare un telaio, il prezzo è quello indipendentemente dalle condizioni di partenza: il tempo per smontare e rimontare tutto, cambia di poco, il trattamento del metallo è lo stesso.

*

Offline Vito

  • ***
  • 217
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #43 il: Febbraio 24, 2020, 11:55:59 am »
Ottima specifica, Maurizio, se ho capito bene le officine che aderiscono a questo progetto, dovranno attenersi al tempario stilato da voi ?
Positivo anche che il cliente saprà prima (chiaramente escluso varie ed eventuali) quanto gli costerà la prestazione.
Perchè, non vorrei tediarvi, ma nessuno non discuto su  quello che è il costo orario della prestazione, ma le ore fatturate per un lavoro, che magari si esegue in due ore e viene fatturato venti volte tanto.

*

Offline Martini

  • **********
  • 14.340
  • IDéeSse Club - Uff. Stampa
    • IDéeSse Club
Re:Parte il progetto DS.h
« Risposta #44 il: Febbraio 24, 2020, 12:06:27 pm »
Il tempario l'abbiamo preparato anni fa proprio come IDéeSse Club ed è stato ridiscusso con vari esperti del settore dal nostro Vicepresidente nell'ottica di impiegarlo in un accordo analogo. Per certe operazioni è "generoso", per altre è stretto, ma tutti quelli che l'hanno analizzato concordano sul fatto che è realistico.
In ogni caso, nel preventivo sarà dettagliata la mano d'opera ed il codice operazione di ogni intervento, perfino nei tagliandi che avranno lo stesso costo ovunque, dato dalla somma del costo della mano d'opera e dei materiali.